Scicli, è scontro aperto tra l’on. Ragusa e l’ex sindaco Falla

Scicli, 7 ottobre 2014 – “Il dott. Bartolomeo Falla stupisce per la sua contraddittorietà e inconcludenza”. A dichiararlo è l’on. Orazio Ragusa a proposito di alcune dichiarazioni dall’ex sindaco di Scicli che punta alla ”tattica dello sviamento messa in atto da chi è stato protagonista ed artefice della attuale situazione di disastro amministrativo”. “Un disastro – dice l’on. Ragusa – caratterizzato dal pesante aumento delle tasse, dall’immobilismo e dalla mancanza di una maggioranza politica, tanto da determinare l’assurda situazione di finanziamenti ottenuti grazie all’impegno del sottoscritto e non spesi. Il fallimento dell’esperienza politica della sindacatura Susino, a prescindere dalle questioni giudiziarie nelle quali è auspicabile che egli chiarisca la sua estraneità rispetto alle gravi accuse che gli vengono contestate, viene del tutto taciuto per far posto al pettegolezzo, alla calunnia, al sentito dire. Il dott. Falla, stigmatizzando la cosiddetta “macchina del fango”, con incomprensibile incoerenza, a sua volta tenta di utilizzarla nei confronti del sottoscritto e di coloro che ritiene essere suoi avversari politici e d’opinione”. Coerentemente con la mia impostazione politica che individua i propri contradditori senza considerarli  avversari o tanto meno nemici non ho alcuna intenzione di lasciarmi trascinare sullo stesso terreno, nella consapevolezza, peraltro, che il dott. Falla, in cuor suo, sa bene che le sue pesanti illazioni sono del tutto prive di ogni fondamento e talmente inconsistenti da non meritare alcuna replica. Falla, come gli altri, danneggiano senza scrupoli l’immagine della città, nel tentativo di sviare l’attenzione dai veri problemi amministrativi in campo. Il successo plebiscitario nelle elezioni del 2008 testimonia del consenso manifestato dalla città di Scicli e da tutta la provincia al sottoscritto, un successo che esimeva dalla necessità di raccattare voti a costo di qualche compromesso. Verrebbe da dire che al dott. Falla ed ai suoi amici rincresce la cocente sconfitta subita in quella tornata elettorale”. “Per quanto riguarda il resto – conclude l’on. Ragusa – le mie proposte e critiche politiche sono note. Chiunque ritenga di partecipare alla crescita sociale della città deve confrontarsi su di esse. Il resto è solo rancore; il meschino tentativo di utilizzare per proprio tornaconto personale e politico il dramma che Scicli sta vivendo”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email