Scicli. Gestione dei rifiuti: “È arrivato il momento di cambiare”. Assemblea di “Scicli Bene Comune” il 24 aprile

SCICLI – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del portavoce Movimento Scicli Bene Comune, Lino Carpino:Il Movimento Scicli Bene Comune ritiene da sempre che la corretta gestione del ciclo dei rifiuti sia fondamentale non soltanto per la tutela delle risorse e delle ricchezze storico, turistiche ed economiche, ma anche per qualsiasi ipotesi di sviluppo. Purtroppo nel recentissimo passato la città di Scicli ha vissuto la fallimentare esperienza espressa dall’ultima Amministrazione caratterizzata dalla totale assenza di direzione politica nella gestione dei rifiuti e dalla chiusura ad un qualsiasi confronto su un argomento così delicato.
L’Assessore al ramo era troppo occupato dalle altre deleghe con feste e manifestazioni culturali mentre i cittadini che presentavano innumerevoli lamentele sul degrado e sui disservizi nella gestione dei rifiuti non ricevano mai alcuna risposta! Occhi chiusi davanti ad un territorio invaso da discariche abusive! Orecchie chiuse quando gli operatori ecologici restavano senza stipendio, soli e assoggettati ai malavitosi, concedendo deroghe invece di cambiamenti di ditta! Ha dimenticato la discarica di San Biagio lasciando che il territorio circostante venisse invaso da liquami e percolati altamente inquinanti! Chiusure e fallimenti!
Ora in un clima da campagna elettorale l’ex assessore gioca a fare la politica condivisa! Dichiara che aveva costituito una fantomatica commissione di “esperti” ma dimentica di dire che anche questa ha fallito visto che il Piano di Raccolta Ottimale dei rifiuti elaborato dal Comune di Scicli è stato bocciato dagli uffici di controllo dell’Amministrazione Regionale in seguito alle giuste osservazioni presentate dal Movimento Scicli Bene Comune e da altri movimenti, arbitrariamente e presuntuosamente esclusi nella fase della sua elaborazione.
I cittadini si chiederanno a questo punto ma che cos’è l’Ambito di Raccolta Ottimale dei Rifiuti e perché sembra essere così importante? L’Ambito di Raccolta Ottimale dei Rifiuti detto in parole comuni rappresenta lo strumento normativo da approvare prima della prossima estate che regola le modalità di raccolta e di gestione dei rifiuti prodotti nel nostro territorio. Ci vincolerà non solo tecnicamente ma anche economicamente, gravando per decine di milioni di euro sulle casse del comune, ovvero sulle nostre tasche, per i prossimi sette anni e la cui durata comunque supera il mandato di qualsiasi sindaco.
Adesso, in questo momento particolare caratterizzato dalla mancanza di un’Amministrazione, si capisce bene che non abbiamo più molto tempo e l’elaborazione dell’Ambito di Raccolta Ottimale dei Rifiuti deve necessariamente risultare uno strumento democraticamente condiviso, avallato da precise scelte politiche, rispondente alle reali esigenze del territorio e risolutivo delle problematiche esistenti.
Ed è per questo che venerdì 24 Aprile 2015 alle ore 17:30 il Movimento Scicli Bene Comune invita presso il Salone dell’ex Camera del Lavoro i cittadini ed i rappresentanti delle associazioni, dei movimenti e dei partiti presenti nel territorio comunale ad un’assemblea pubblica permanente che, presieduta dal Commissario straordinario del Comune di Scicli e cercando di perseguire i dettami “Rifiuti Zero”, rappresenta la prima data di un percorso che porterà alla definizione democraticamente condivisa delle modalità di attuazione del futuro Ambito di Raccolta Ottimale dei rifiuti del Comune di Scicli.
Durante questo percorso assembleare si presenteranno le diverse modalità di gestione del ciclo dei rifiuti eseguite in altre realtà comunali, si confronteranno le varie ipotesi proposte dai partecipanti e si decideranno infine le modalità da attuare tramite il futuro Ambito di Raccolta Ottimale dei rifiuti.
L’Assemblea permanete avrà infine il compito di nominare i componenti di una Commissione che collabori con il tecnico incaricato per la redazione del Piano d’Ambito di Raccolta Ottimale del Comune di Scicli Dott. Chim. Fabio Ferreri Dirigente ATO Ragusa Ambiente e che individueranno una serie di iniziative propedeutiche al suddetto Piano da attuare sin da subito così come previsto dal capitolato che regola l’attuale servizio di raccolta dei rifiuti. Fatti concreti non parole o millantate iniziative. Sempre per il Bene Comune“.

Print Friendly, PDF & Email