Scoglitti. Peppe Incorvaia segnala all’attenzione dell’Amministrazione Nicosia le difficoltà che lamentano i pescatori

VITTORIA – “Il porto sta per insabbiarsi ed i pescherecci rischiano la loro integrità strutturale all’uscita e all’ingresso del porto. È chiaro che contemporaneamente i pescatori rischiano la loro vita. La storia marinara scoglittiese purtroppo ha insegnato che il fasciame di una qualsiasi imbarcazione sollecitato anche solo dallo strusciare sul fondale di sabbia può cedere a distanza di miglia marittime, causando il naufragio. L’esempio vivente è dell’ex consigliere Nino Nicosia che diversi anni fa assieme al suo equipaggio ha rischiato di morire in alto mare. L’intervento del Comune è quantomeno urgentissimo!” Apre così una nota inviata alla stampa il consigliere comunale Peppe Incorvaia.Altro problema segnalato è la presenza al mercato settimanale – continua Incorvaia – del sabato di Vittoria di un commerciante di pesce che per i prezzi praticati, rappresenta concorrenza sleale. Non discutiamo sulla salubrità del pesce venduto da questo commerciante, ma il prezzo non è sovrapponibile al pescato fresco e merita almeno di essere controllato perché troppo basso. Invito L’Amministrazione Nicosia, tramite la Polizia Municipale, di essere maggiormente presente a tutela del commercio del pesce e del pescato di Scoglitti. E, a scanso di equivoci, la presenza dei Vigili non si misura dal numero delle contravvenzioni ma dal presidio del territorio come deterrenza per illegalità e criminalità. Abbiamo già visto scene di multe salate ai cittadini colpevoli di comprare il pesce fresco al mercato ittico di Scoglitti. Evitiamo per favore di punire gli acquirenti e i pescatori e si colpiscano gli abusivi”.

Print Friendly, PDF & Email