Sen. Mauro: «Per salvare del Libero Consorzio Comunale di Ragusa dal dissesto, Crocetta può attingere al fondo di riserva della Regione Siciliana»

«Per salvare il Libero Consorzio Comunale di Ragusa dal dissesto, Crocetta può attingere al fondo di riserva della Regione Siciliana». Così il senatore Giovanni Mauro, segretario alla presidenza del Senato, candidato nella lista di Forza Italia alle elezioni regionali in Sicilia del prossimo 5 novembre.

«La soluzione che ho individuato – dichiara il senatore Mauro – consentirebbe, attraverso un decreto presidenziale, di risolvere la vertenza. Perché il dissesto va assolutamente scongiurato. Sarebbe un dramma per la comunità iblea. Il mancato finanziamento del governo regionale in favore dell’ex Provincia comprometterebbe il venir meno di tutti gli obblighi dell’ente nei confronti dei cittadini, quali il servizio di assistenza per i diversamente abili, il diritto allo studio, costituzionalmente garantito, che viene assicurato attraverso il servizio di riscaldamento e manutenzione delle scuole superiori e il servizio di viabilità, che garantisce la sicurezza stradale».

Secondo il senatore Mauro, «per queste ragioni di acclarata urgenza, sussistono i presupposti per l’uso del fondo di riserva regionale. Non si permetta Crocetta di assumere gravi e irreversibili decisioni. Perché in quel caso, determinerebbe la fine del Libero Consorzio Comunale di Ragusa».

Per il senatore Mauro, «quando Forza Italia arriverà al governo della Regione Siciliana, darà ossigeno alle ex province e sarà in grado di fornire risposte immediate ai cittadini. È stato dimostrato che le funzioni del Libero Consorzio Comunale di Ragusa sono vitali per il territorio ibleo. È la cattiva gestione del Pd regionale e nazionale che rischia di portare al dissesto l’ente ragusano».

SENATORE GIOVANNI MAURO
Print Friendly, PDF & Email