Sicilia. Di Mauro: “Mozioni di censura e sfiducia priorità su elezione vicepresidente”

Palermo, 17 ottobre 2014 – “Finalmente martedì prossimo si chiuderà la grave ingiustizia di cui è stato vittima il collega Pippo Gennuso, che potrà a pieno titolo tornare ad occupare lo scranno di Sala d’Ercole, che i cittadini gli hanno attribuito.
Si sana così una ferita nel funzionamento democratico dell’Assemblea e si pone fine ad ogni pretesto per non rendere operativo al 100% il Parlamento regionale.”
A dare il “Bentornato” al parlamentare regionale eletto dopo la consultazione supplettiva decisa dal CGA a Siracusa è Roberto Di Mauro, presidente del Gruppo parlamentare del Partito dei Siciliani MpA, che entra poi nel merito dei lavori dell’ARS.
“Per quanto riguarda la prosecuzione dei lavori, è evidente – afferma Di Mauro – che di fronte alle mozioni di censura individuale contro alcuni Assessori e l’annunciata mozione di sfiducia al Presidente che sarà illustrata il 21, è necessaria una revisione del calendario d’Aula, rimandando l’elezione del Vice-Presidente che ovviamente è un atto secondario rispetto alla rilevanza politica dei primi due.”
“Chiediamo quindi al Presidente – conclude il parlamentare del MpA – una convocazione della Conferenza dei Capigruppo, che discuta dell’ordine del giorno della prossima seduta, che non evidentemente un mero fatto tecnico, ma assume valenza politica.”

Print Friendly, PDF & Email