Sicurezza. Aiello chiede la convocazione del Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico

Vittoria, 10 settembre 2014 – Il consigliere comunale del comune ipparino, Francesco Aiello, presenta una mozione per la convocazione del comitato provinciale per l’ordine pubblico. A spingere l’onorevole Aiello sono state le condizioni di molti agricoltori che “sono costretti – come si legge nella mozione di Aiello – a vegliare dentro le loro serre, sotto i loro tendoni, in giacigli di fortuna, su brande fuori uso e sbrindellate, proteggendosi alla maglio con asce e bastoni, quando non abbiano un’arma autorizzata per proteggersi”. Qui di seguito il testo integrale della mozione di Aiello:

Premesso:
che centinaia, e forse migliaia di lavoratori, di produttori  e di serricoltori, dopo una giornata di duro lavoro, sono costretti a vegliare dentro le loro serre, sotto i loro tendoni, in giacigli di fortuna, su brande fuori uso e sbrindellate, proteggendosi alla maglio con asce e bastoni, quando non abbiano un’arma autorizzata per proteggersi;
che gli stessi sono costretti a dormire in campagna per cercare di difendere quel poco di bene che sono le piantine, appena trapiantate, o la plastica  appena  comprata e accantonata, pronta per essere stesa sulle strutture;
che il fenomeno ha assunto dimensioni assai estese e che un intero popolo vive questa condizione di insicurezza;
che le sofferenze delle persone coinvolte sono reali, fuori da ogni criterio e insostenibili;
Rilevato:
che questo non è un problema che possa essere semplicisticamente ribaltato sulla responsabilità delle Forze dell’Ordine; molti di loro sono in servizio, giustamente, per soccorrere dai naufragi i poveri immigrati, e quei pochi che sono operativi nel territorio fanno il loro dovere dignitosamente e anzi condividono con i contadini la desolazione della precarietà e dell’abbandono;
che le Forze dell’Ordine  fanno comunque  il possibile per arginare il fenomeno, ma sono numericamente insufficienti, appena poche unità, e la responsabilità degli interventi rimanda chiaramente alle sedi Istituzionali competenti;
Considerato che quella che le nostre popolazioni vivono, a livello di massa, è una specie di schiavitù che umilia tutti noi, tutta la nostra cittadinanza e costituisce una resa di fronte alla criminalità che rialza la testa e reclama il dominio assoluto sul nostro territorio;
Rilevato:
che purtroppo quanto  sta accadendo nelle nostre campagne sfugge alla valutazione delle Istituzioni, alle annotazioni dei cronisti come alla considerazione della politica;
che è questa la realtà di una popolazione  ormai abbandonata al caos e alla insicurezza, che dilagano sovrani nelle campagne;
Tutto ciò  premesso
CHIEDE
al Sig. Prefetto la convocazione del Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico, aperto alla partecipazione dei Capi Gruppo Consiliari, sul tema della sicurezza nelle campagne;
IMPEGNA
l’Amministrazione comunale a organizzare in questa fase di emergenza delle pattuglie Interforze nelle campagne  al fine di assicurare  le condizioni minime di sicurezza dei coltivatori e delle aziende;
a definire una proposta risolutiva, anche per fasi e periodi limitati, rivolta a riallocare la presenza dello Stato nei territori occupati dalla criminalità.

Francesco  Aiello, Consigliere comunale Movimento Democratico Territoriale

Print Friendly, PDF & Email