Sicurezza, IDV: “Minniti, governo ha ignorato milioni di firme”

“Il ministro Minniti dice che la parola sicurezza è troppo importante per lasciarla alla destra, che non la sa usare. Concetto sacrosanto, che IDV non solo condivide, ma pratica da tempo. Peccato, però, che sia stata IDV l’unica forza di centrosinistra a proporne una disciplina più adeguata promuovendo la pdl di iniziativa popolare sulla legittima difesa firmata da ben due milioni di cittadini (cosa mai avvenuta), senza che il governo di centrosinistra l’abbia calendarizzata e approvata”. E’ quanto si legge in una nota di Ignazio Messina, segretario nazionale dell’idv.
“E’ stata solo l’inerzia del Governo, forse per non darci ragione, che ha lasciato campo libero alla destra, la quale non la sa usare e non ha fatto uno straccio di proposta, ma sa benissimo come si scippa un’idea. Con la conseguenza che Salvini e Meloni hanno detto di volersi recare a Lodi per esprimere solidarietà, rimarcando così cinicamente l’assenza dello Stato democratico. Ora il ministro Minniti, finora incolpevole- continua Messina- ha una sola possibilità per non smentirsi: calendarizzare e far approvare urgentemente la nostra proposta, fatta propria da milioni di cittadini, per dimostrare che una democrazia matura sa anche garantire la sicurezza dei cittadini nel proprio domicilio o nel proprio luogo di lavoro attraverso una legittima difesa con i mezzi di cui dispongono, quando lo Stato non è in grado di poter intervenire prontamente. Non dia un’ulteriore delusione – conclude- a tanti milioni di cittadini che non vorrebbero affidare alla destra la protezione dell’incolumità propria, dei propri cari e dei loro beni”.

Print Friendly, PDF & Email