Sinistra Ecologia Libertà di Vittoria: “Nicosia si dimetta!”

Vittoria, 26 nov 2014 – “La misura è colma: il sindaco Nicosia si dimetta e dia fine a questa pantomima”. Il circolo di Sinistra Ecologia Libertà chiede con forza un passo indietro da parte del primo cittadino.
Ad una settimana – dichiara la segreteria di Sinistra Ecologia Libertà Vittoria – dall’annuncio della sospensione della Giunta torniamo a ribadire il fallimento di questa amministrazione comunale. Lunedì mattina si è consumato l’ennesimo scempio del malgoverno della città: durante una conferenza stampa l’assessore “sospeso” alla trasparenza Piero Gurrieri dichiara di essere venuto a conoscenza casualmente di una bozza di regolamento  per quanto riguarda la gestione del mercato ortofrutticolo che l’Amministrazione avrebbe concertato con le associazioni di categoria. Gurrieri ha detto di averlo “recuperato” proprio grazie a qualche associazione e di essersi sentito “ignorato” dai suoi colleghi di Giunta. Se tutto ciò fosse vero sarebbe un fatto gravissimo: o l’assessore ha mentito sostenendo di non essere stato informato oppure all’interno di questa amministrazione accadono cose strane con regolamenti nascosti, delibere segrete e incarichi distribuiti all’insaputa di assessori e firmati dai dirigenti a cui tocca la “patata bollente” come accaduto con il doppio caso che ha coinvolto l’assessore Angelo Dezio.
A spingere Sinistra Ecologia Libertà ad uscire da questa amministrazione è stato proprio questo modo di gestire la cosa pubblica: ricordiamo le carte del piano regolatore che non uscivano dai cassetti e che ancora ad oggi, a quanto pare, sono sconosciute ai tecnici. Ora spunta una bozza di regolamento del mercato che l’assessore Gurrieri lascia ai posteri avvertendo che la poltrona scricchiola.
Adesso per i cittadini la misura è colma: il regolamento del mercato ortofrutticolo è al palo, la delibera dello schema di massima del piano regolatore non viene recepita dagli uffici, incarichi distribuiti a parenti ed amici con l’ordine degli ingegneri che a quanto si apprende avrebbe avviato un procedimento a carico del dirigente comunale e non ultima la notizia di una paventata esternalizzazione da parte della Sap di alcuni servizi che avrebbe dovuto garantire e ci chiediamo se nel capitolato firmato tra il Comune e la ditta fosse prevista questa possibilità o se l’azienda stia agendo senza rispettare quanto sottoscritto. E nell’attesa che qualcosa si smuova, la città muore ogni giorno!
Approfittiamo per informare la cittadinanza che Sinistra Ecologia Libertà terrà un comizio domenica 30 novembre alle ore 18 in piazza del Popolo per esporre il proprio punto di vista su questi e altri argomenti che riguardano la vita amministrativa della città“.

Print Friendly, PDF & Email