Sinistra Ecologia Libertà Ragusa, accanto al governo e al popolo greco.

Redazione Due, Ragusa, 2 luglio 2015.- Sinistra Ecologia Libertà della provincia di Ragusa a fianco del popolo greco e del governo guidato da Alexis Tsipras contro le politiche di austerità imposte dalla Troika e dai vertici dell’Unione Europea. In questo fine settimana anche nella provincia iblea si terranno manifestazioni di solidarietà in vista del referendum previsto per domenica prossima in Grecia, dove il popolo greco sarà chiamato ad esprimersi sulle misure proposte (ed imposte). A giudizio di Sel non si tratta, come si vuol far credere, di un referendum tra euro e dracma, ma di un referendum tra l’austerità, insulsa e sbagliata che ha impoverito milioni di europei, e una scelta di autonomia che vuole l’Europa ma un’Europa solidale tra gli Stati ed i popoli. Sel sin dalle elezioni europee del 2014 ha sostenuto il progetto lanciato da Alexis Tsipras che ha trovato un importante slancio nella sua elezione a primo ministro del paese ellenico. Oggi in molti, a cominciare dal Movimento 5 stelle, si ergono a sostenitori di Tsipras, ma si dimenticano forse le scelte di tutti i partiti italiani che ad eccezione di Sel non hanno aderito all’eurogruppo della Sinistra Europea, l’unico ad oggi che propone un’idea di Europa solidale contro i populismi e le derive nazionalistiche delle destre europee e che mantenga tutti gli Stati all’interno della famiglia dell’Euro. Quello che oggi sta accadendo alla Grecia potrebbe accadere nei prossimi anni negli Paesi euro-mediterranei come Spagna, Portogallo, Italia. Il referendum di domenica potrà segnare una svolta nell’idea di Europa. Siamo a fianco del popolo greco e del voto convinto al “NO” per respingere con forza le misure di austerità.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email