Solleciti alla Sea da parte del sindaco di Vittoria, La Rosa: “Solo ora si sta accorgendo che la situazione è molto pesante?”

La Rosa: “Finalmente anche il primo cittadino si è accorto della gravità della situazione”

Vittoria, 7 agosto 2015 – “Non ho potuto fare a meno di trattenere un sorriso amaro dopo aver letto che il sindaco Nicosia ha sollecitato la Sea, la società che gestisce il servizio di igiene ambientale sul territorio comunale a Vittoria e a Scoglitti, a fare ancora di più e meglio. Evidentemente, soltanto ora il primo cittadino si sta rendendo conto di quello che andiamo dicendo da mesi. E cioè che la città è completamente trascurata”. E’ quanto afferma il consigliere comunale del movimento politico Sviluppo Ibleo, Andrea La Rosa, convinto che il sindaco non possa continuare a gestire la situazione con tutta questa approssimazione. “Ma come – aggiunge La Rosa – Nicosia non aveva fatto sapere a tutti i vittoriesi che quest’anno le cose a Scoglitti sarebbero cambiate? Che la frazione sarebbe stata tirata a lucido? Che ogni inconveniente sarebbe stato eliminato? Invece, lui stesso sottintende che il problema c’è, esiste ed è fin troppo evidente tanto da richiamare al proprio dovere la ditta che si occupa del servizio. Come dire che il disagio avvertito dai cittadini vittoriesi ha raggiunto una dimensione tale da essersi trasformato in una intolleranza totale per chi governa la città. Ancora una volta, il sindaco Nicosia ha dato prova di non essere più capace di condurre questa complessa macchina amministrativa. Tutto viene portato avanti senza alcuna pianificazione ma con una certa approssimazione. Avevamo già denunciato lo stato di precarietà in cui versano numerosi quartieri di Vittoria per non parlare delle periferie. Anche a Scoglitti, purtroppo, la situazione non è delle migliori e ciò non rende semplice la permanenza di visitatori e turisti. I vittoriesi non fanno altro, di questi tempi, che contare i giorni che li separano dalla conclusione del mandato di un sindaco che ha perso ormai ogni stimolo amministrativo e che sarebbe opportuno, soprattutto per la città, che si mettesse da parte”.

Print Friendly, PDF & Email