Sversamento acque miste a Scoglitti, Sviluppo Ibleo replica all’opposizione

Sversamento acque miste a Scoglitti, i consiglieri di Sviluppo Ibleo replicano all’opposizione: “La giunta Moscato non vuole certo sottrarsi alle proprie responsabilità. Ma non dimentichiamo chi ha amministrato Vittoria per decenni e ha lasciato tutto in una situazione di estremo abbandono. E ora ne stiamo raccogliendo i cocci”

VITTORIA – “Certa opposizione ha ritrovato fiato per parlare. Lasciando stare chi lo fa a sproposito, come il consigliere Peppe Nicastro, che utilizza il turpiloquio come mezzo preferito, ma evidentemente ognuno ha il suo stile, è opportuno che ricordiamo, per filo e per segno, che cosa è accaduto di recente e nel lontano passato rispetto all’emergenza sversamento delle acque miste a Scoglitti”. Lo dicono i consiglieri comunali di Sviluppo Ibleo, Daniela Pino, Gaetano Motta e Biagio Pelligra che rispondono per le rime a Francesco Aiello e agli esponenti del Pd, tra cui lo stesso Nicastro, senza dimenticare di rassicurare i cittadini sul fatto che la giunta Moscato si è messa subito al lavoro non appena avuta l’avvisaglia che qualcosa non andava. “L’impianto di pretrattamento di Scoglitti è stato realizzato nel 1986 – dicono i tre consiglieri – e, nel corso degli anni, è stato maldestramente scollegato all’impianto di guardia idraulica che impediva quello che, purtroppo, è tornato a ripetersi in queste ore, vale a dire lo sversamento di acque miste. Ovviamente, l’assessore alle Manutenzioni, Paolo Nicastro, sta cercando di mettere mano, attraverso i tecnici del Comune, alla difficile situazione. Ma è chiaro che scontiamo decenni di disinteresse e di scarsa capacità di gestione. In un anno si è cercato di fare di tutto e di più. Ma ancora ai miracoli non siamo arrivati. E per risolvere questa pesantissima anomalia ce ne sarebbe davvero voluto uno”. Pino, Motta e Pelligra aggiungono: “Vogliamo aggiungere che, subito dopo lo sversamento, sono state avviate le operazioni di bonifica, seguendo le normative di legge, al contrario di quanto sostiene qualche uccello del malaugurio. Inoltre, sono stati già avviati i campionamenti nei siti colpiti dal dannoso fenomeno. Ora, vorremmo precisare che questo modus operandi dell’opposizione lo conosciamo. E tra l’opposizione c’è chi ha gestito la città negli ultimi dieci anni e chi, addirittura, la gestiva da molto prima. Non vogliamo giocare allo scaricabarile ma, effettivamente, recuperare anni e anni di incuria è risultato più difficile del previsto. A ogni modo la giunta Moscato non vuole sottrarsi alle proprie responsabilità. Anzi sta procedendo ad altissima velocità per riuscire a trovare le risposte necessarie”. I tre consiglieri di Sviluppo Ibleo, infine, si soffermano sulla sottolineatura riguardante la foto scattata dal vicesindaco Andrea la Rosa e dall’assessore Paolo Nicastro con l’assessore regionale Vania Contrafatto. “Ma di cosa parla certa opposizione? – aggiungono – punta l’indice su una foto fatta mesi fa durante una visita istituzionale servita per affrontare alcuni seri problemi che riguardano la questione in oggetto e ha pure l’ardire di criticare? Ma non hanno altro su cui appigliarsi? Ma è questo il modo di bacchettare la maggioranza? O lo fanno perché non hanno altri argomenti? Davvero da biasimare il loro modo, che è senz’altro legittimo, di criticare chi amministra. Ma questo è lo spessore dell’opposizione e con questa realtà dobbiamo confrontarci”.

Da sinistra a destra: Pelligra, Pino, La Rosa e Motta
Print Friendly, PDF & Email