I temi caldi della sanità iblea al centro del confronto tra assessore regionale Gucciardi e la senatrice Padua

L’assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, verificherà di persona quali sono i motivi dei ritardi che finora hanno impedito l’apertura del modello neuromotorio cognitivo riabilitativo all’ospedale Busacca di Scicli dopo la convenzione sottoscritta tra l’Asp 7 di Ragusa e l’Ircss Bonino Pulejo di Messina. E’ questo uno dei risultati dell’incontro tenutosi, a Palermo, tra lo stesso Gucciardi e la senatrice Venera Padua che ha espressamente richiesto un confronto con l’esponente del Governo regionale sui temi caldi della Sanità iblea. “Lo stesso assessore – sottolinea la senatrice Padua – ha chiarito che, già da tempo, aveva sottoscritto la convenzione con l’Ircss per quanto riguarda anche altre strutture simili che, oltre a Scicli, partiranno anche a Caltanissetta e a Salemi. Quindi, secondo quanto asserito dall’assessore regionale, dal suo punto di vista l’iter è stato regolarmente espletato, gli atti sono già stati predisposti da tempo. Per cui non si comprende perché il modello neuromotorio cognitivo riabilitativo, tra l’altro uno dei punti qualificanti per l’ospedale Busacca del futuro, non abbia ancora preso il via. Daremo subito comunicazione di quali sono le risultanze dello stesso Gucciardi dopo le verifiche che ha annunciato di voler fare”. Un altro dei punti oggetto del confronto la delicata questione concernente l’assunzione/stabilizzazione dei lavoratori precari che, nonostante le promesse, è rimasta ancora ferma al palo. “L’assessore Gucciardi – sottolinea la senatrice Padua – ha spiegato di avere già interloquito sulla delicata questione con il Governo nazionale. E, anzi, mi ha chiesto di aiutarlo a seguire da vicino l’iter in questione al ministero della Salute e al Mef affinché si ottenga il via libero necessario a fare partire finalmente queste assunzioni, risolvendo così un problema che si trascina ormai da anni. Devo dire che l’esito del confronto con l’assessore Gucciardi è stato positivo. Naturalmente, adesso vigileremo per fare in modo che tutti gli impegni assunti possano essere rispettati in breve volgere di tempo così da fornire le dovute risposte all’intera collettività iblea”.

Print Friendly, PDF & Email