Trasporto pubblico Ragusa-Marina, i GD: “Nostre sollecitazioni sono servite. Ora serve pubblicizzare il più possibile i nuovi orari”

RAGUSA – L’intera segreteria cittadina dei Giovani Democratici plaude alla decisione dell’Azienda di trasporti Tumino di volere scommettere, investendo in prima persona, sul collegamento notturno tra Ragusa e Marina per due settimane, inizialmente, nei weekend, a partire daallo scorso venerdì 8 luglio, e poi, dal 22, ogni giorno, fino a settembre. L’ultima tratta da Ragusa sarà alle 22,30, mentre da Marina alle 2,30. Inoltre Giovanni Tumino, a nome dell’azienda, si è detto pronto a modificare gli orari delle tratte, aggiungendole o spostandole, fino ad arrivare anche alle 4, come prevede la proposta dei Giovani Democratici.
“È un forte segnale di coraggio che apprezziamo e sosteniamo – scrive Enrico La Rosa, segretario Gd Ragusa – l’azienda Tumino ha deciso di credere in un’idea che noi Giovani Democratici abbiamo portato all’attenzione di tutti circa tre mesi fa, prima con il questionario on line rivolto agli studenti e poi con la raccolta firme, che ha ottenuto più di mille adesioni. Ora non bisogna sprecare l’occasione e chiediamo all’Amministrazione comunale di impegnarsi al massimo con la pubblicizzazione di un servizio molto utile per tutti i ragusani e non. È chiaro che bisogna puntare sui giovani e quindi consigliamo alla stessa di intervenire con una pubblicità mirata, sfruttando i social network. Ci auguriamo che la cittadinanza intera possa dare un segnale, in termini di partecipazione, a questo nuovo tipo di mobilità”.
“Apprendiamo, però, con dispiacere – sottolineano ancora i Giovani Democratici – che il sindaco sostiene come l’odg presentato dai consiglieri comunali Pd Mario D’Asta e Mario Chiavola il 13 giugno e discusso in Consiglio il 4 luglio sia inutile perché superfluo rispetto all’attività dell’Amministrazione; ma l’estensione del servizio di trasporto pubblico è stata annunciata, tramite conferenza stampa, l’8 luglio e non dimentichiamo che il suddetto odg conteneva la richiesta di attivare una campagna contro l’alcolismo. Proprio su questo tema ci aspettavamo e ci aspettiamo una pronta risposta e una sensibilità maggiore”.

Print Friendly, PDF & Email