Unimpresa scrive una lettera aperta: “La circonvallazione ovest di Scicli resta ancora chiusa nonostante i lavori ultimati”

Unimpresa Associazione Provinciale di Ragusa, considerato che la Circonvallazione Ovest di Scicli  nonostante i lavori risultano ultimati dall’impresa appaltatrice già dal  mese di Dicembre 2015,  chiede perchè la strada risulta ancora chiusa al traffico veicolare.

In merito, il direttore dell’Associazione Sig. Giovanni Trovato, conoscitore della vicenda della suddetta  Circonvallazione Ovest di Scicli,  tanto che se ne parlava in Città da oltre un ventennio e che solo nel 2001 è stata finanziata per circa 4 milioni di Euro e la direzione dei lavori sono stati assunti dalla Protezione Civile; nell’anno 2002 è stato redatto il progetto  e dopo alterne vicende politiche,  finalmente nell’anno 2011 sono stati appaltati ed avviati concretamente i lavori di costruzione; detti lavori ad oggi risultano essere stati completati e sin dai primi mesi di quest’anno  la Città attendeva che entro giugno 2017 l’arteria stradale doveva  essere collaudata e quindi resa fruibile al traffico veicolare.

Inoltre ricorda che l’arteria stradale si era resa necessaria, sia come Via di fuga nel caso di eventi calamitosi, sia per decongestionare il traffico veicolare del Viale 1° Maggio e del Centro città,  potendo confluire dall’altezza dell’incrocio di Via Noce, dove è stata già realizzata l’apposita rotatoria, per confluire con Via Ospedale, in cui  insiste un passaggio a livello che viene superato attraverso l’arteria della Circonvallazione Ovest,  questo ultimo fatto non è di poco conto unitamente alle altre importante motivazioni, infatti le autoambulanze o liberi cittadini in caso di emergenza verso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Busacca possono percorrere agevolmente  tale arteria senza correre il rischio di  incappare nel passaggio a livello chiuso della Via di accesso all’Ospedale.

La scrivente Associazione Unimpresa, così come appare la situazione, ritiene alquanto incomprensibile mantenere ancora chiusa l’arteria stradale, perciò  sollecita le Istituzioni e gli Enti Pubblici interessati di volersi attivare per rendere fruibile la Circonvallazione della Città, inoltre nel caso dovessero emergere degli eventuali impedimenti ostativi,  di carattere  amministrativi e/o  tecnici che ne penalizzano l’apertura, rivolge un appello a chi di competenza per una urgente definizione, in modo che la Città possa finalmente usufruire della suddetta Circonvallazione.  

Print Friendly, PDF & Email