Vittoria. Adesione alla “Trinakria Sud” e debiti fuori Bilancio approvati dal Consiglio. Discusse anche due interrogazioni

VITTORIA – Presenti inizialmente 19 consiglieri su 24, si è riunito ieri sera il massimo consesso cittadino per discutere un odg formato da 20 argomenti, dei quali ne sono stati discussi ed approvati 15, mentre per i rimanenti punti il consesso è stato aggiornato alle ore 19 di giovedì 15 settembre.
I lavori hanno avuto inizio con la richiesta di prelievo dei punti 15 e 18 avanzata dal consigliere Monia Cannata, Sac, ed approvata all’unanimità.
Su tali punti è intervenuto il sindaco Giovanni Moscato che ha dichiarato la volontà dell’amministrazione comunale di ritirarli in quanto il primo atto (Bilancio consuntivo 2015 dell’Emaia) era superato dal fatto che il Bilancio stesso era stato presentato al Consiglio a maggio di quest’anno e poiché il regolamento prevede che, se non discusso entro 45 giorni, il documento si intende automaticamente approvato, qualsiasi discussione era ormai superflua.
“In futuro – ha assicurato Moscato – apriremo uno specifico dibattito sull’Emaia, dopo che il commissario straordinario Giuseppe Palazzolo avrà presentato la sua relazione sulla municipalizzata”.
Anche per il secondo punto prelevato (Registro delle unioni civili) il sindaco ha annunciato il ritiro “in quanto superato da una specifica legge nazionale”.
Il punto 1, relativo all’adesione del comune di Vittoria alla centrale unica di committenza denominata “Trinakria Sud”, è stato illustrato dal dirigente del Cuc, Angelo Piccione; dopo gli interventi di Salvatore Sallemi, Sac, e di Giuseppe Re, M5s, l’atto e la sua immediata esecutività sono stati approvati con voto unanime.
Il presidente Nicosia ha, quindi, chiesto, ed ottenuto all’unanimità, il prelievo dei punti 3, 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12, tutti relativi a debiti fuori Bilancio, che sono stati illustrati da Angelo Piccione ed approvati tutti con voto unanime.
Nel corso delle relative votazioni sono intervenuti i consiglieri Sonia Cannata (“Monitorare il funzionamento degli uffici ed individuare eventuali responsabilità per questi debiti fuori Bilancio”); Fabio Nicosia, Ni (“I debiti fuori Bilancio affliggono quasi tutti gli enti; monitoraggio fatto dalla precedente amministrazione”); Giuseppe Re (“Ci stiamo assumendo la responsabilità di approvare tali debiti in quanto non intendiamo danneggiare i cittadini destinatari di tali somme”); Valentina Argentino, M5s (“Voto sì per i cittadini che hanno subito danni a causa di insidie stradali, ma ritengo necessaria un migliore manutenzione delle strade cittadine”).
Il presidente Nicosia ha chiarito che tutti i debiti fuori Bilancio vanno trasmessi alla Corte dei Conti per eventuali responsabilità.
I successivi punti 13 e 14, anch’essi relativi a debiti fuori Bilancio, illustrati dal dirigente della Ragioneria, Giuseppe Sulsenti, sono stati approvati con voto unanime.
Il presidente Nicosia ha sospeso la seduta (“per organizzare l’ordine dei lavori”); alla ripresa lo stesso Nicosia ha chiesto, ed ottenuto, il prelievo dei punti 19 e 20, relativi a due interrogazioni presentate dal consigliere Fabio Nicosia, rispettivamente, sul rischio incendi a Scoglitti e la proliferazione di roditori a causa della mancata pulizia dei lotti e l’effettuazione della stessa a spese dei proprietari, se inadempienti”.
Il senso dell’interrogazione, presentata il 12 luglio 2016, “alla quale – ha chiarito il sindaco – è stata data risposta scritta il 12 agosto”, è stato spiegato dall’interrogante, i cui rilievi sono stati rintuzzati, subito dopo, dal sindaco, che ha ricordato di essersi insediato il 21 giugno ed ha chiarito “di non aver trovato alcun progetto relativo agli interventi nella frazione”.
“Abbiamo chiesto, visto che non era stato fatto prima – ha continuato Moscato – l’autorizzazione al Demanio per la sabbia ed abbiamo effettuato i lavori necessari spendendo un terzo di quanto era stato speso l’anno scorso. Per quanto riguarda la pulizia dei lotti interclusi, abbiamo già provveduto a diffidare molti proprietari inadempienti, mentre quattro sono già stati sanzionati. Per quanto attiene le discariche abusive, abbiamo avviato un progetto di fototrappole e di videosorveglianza”.
Parzialmente soddisfatto si è dichiarato il consigliere Fabio Nicosia nella sua replica alla risposta alla sua interrogazione.
All’interrogazione successiva, letta in aula dal proponente, Fabio Nicosia, e relativa alle misure anti randagismo, ha risposto l’assessore alla Tutela ambientale, Gianluca Occhipinti, che ha descritto la difficile situazione del randagismo a Vittoria, anche “alla luce della difficile situazione che è stata riscontrata e della complessità nella gestione dei canili, che sono stracolmi, tanto che è stato necessario attivare convenzioni con altri canili; la situazione che abbiamo trovato è pesante ed è necessaria, tra l’altro, un’immediata programmazione per la sterilizzazione dei randagi”.
Per la risposta a questa seconda interrogazione il consigliere Nicosia si è dichiarato insoddisfatto “per la natura della risposta stessa, che manca di specificare quali siano le misure che si intende assumere per arginare il fenomeno del randagismo”.
Subito dopo, su proposta del presidente Nicosia, il consesso è stato aggiornato a giovedì 15 settembre, per trattare i rimanenti punti all’odg: 2, 4, 5, 16 e 17.

Print Friendly, PDF & Email