Vittoria. Ambulanza medicalizzata, lettera aperta di La Rosa al manager dell’Asp 7

Lettera aperta di La Rosa al direttore generale dell’Asp 7 di Ragusa Maurizio Aricò: “Chiediamo il sostegno del manager per quella che consideriamo una battaglia di civiltà

Vittoria, 27 nov 2014 – Lettera aperta del capogruppo Ncd-Sviluppo Ibleo al Consiglio comunale di Vittoria, Andrea La Rosa, all’indirizzo del manager dell’Asp 7 Maurizio Aricò sulla delicata questione dell’assenza dell’ambulanza medicalizzata in città. “Sono certo che Lei, in qualità di  direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale, professionista sensibile, anche per i suoi trascorsi operativi in settori ospedalieri di grande impatto umano – scrive tra l’altro La Rosa nella nota – convenga con noi sulla necessità di assicurare alla cittadinanza vittoriese un servizio che non può più essere differito oltre. Siamo tutti consapevoli che su questo fronte è necessario garantire delle risposte fondamentali. Anche se non è mai facile ottenerle considerate le difficoltà economiche con cui tutti, anche l’Amministrazione sanitaria, si trova costretta a fare i conti. Diventa, dunque, indispensabile attivare sinergie comuni, affinché anche Lei, dr. Aricò, possa essere partecipe del sentire di una cittadinanza che ha già pagato lo scotto di alcune morti forse evitabili, forse verificatesi proprio perché non c’era un medico a bordo sulle ambulanze che hanno prestato i soccorsi. Per questo, Le chiediamo di portare avanti quella che noi consideriamo una battaglia di civiltà. E Le anticipiamo sin da adesso che la verremo a trovare, dopo avere concordato un incontro, per avere modo di farLe sentire da vicino il dolore e il rammarico di alcune famiglie vittoriesi che non si rassegnano al fatto di avere perso un loro caro proprio per questa assurda carenza. Sono certo, dr. Aricò, che ci fornirà le spiegazioni che merita una comunità speciale e laboriosa come quella vittoriese, una comunità che vuole solo potere contare su un proprio diritto, al pari di quello che accade in altre città siciliane. I vittoriesi reclamano a gran voce questo servizio. E noi siamo convinti che Lei non avrà difficoltà alcuna a perorare la loro causa e a fare il possibile per sostenere i percorsi necessari per concretizzare questo obiettivo”.

Print Friendly, PDF & Email