Vittoria. Biagio Pelligra nuovo consigliere comunale

VITTORIA – Si è svolta ieri nella Sala Carfì una seduta consiliare in aggiornamento con all’ordine del giorno la surroga del consigliere dimissionario Andrea La Rosa con il candidato avente titolo allo scorrimento della lista n. 1 contrassegnata con “Movimento politico Sviluppo Ibleo”; il giuramento del consigliere comunale surrogante il consigliere dimissionario Andrea La Rosa; la verifica delle condizioni di candidabilità ed eleggibilità per la convalida del consigliere surrogante il consigliere dimissionario Andrea La Rosa; la verifica delle condizioni di compatibilità del consigliere surrogante il consigliere dimissionario Andrea La Rosa; un ordine del giorno dei consiglieri Fabio Nicosia, Ni, e Sara Siggia, Ni, con oggetto: “Proposte correttive per migliorare il servizio della differenziata”; l’approvazione del Piano di gestione indiretta delle strutture sportive; il riconoscimento di due debiti fuori bilancio.
Inizialmente presenti 18 consiglieri su 23, è stata votata all’unanimità la surroga del consigliere Andrea La Rosa, Si, con il primo dei non eletti nella lista “Movimento politico Sviluppo Ibleo” cui apparteneva La Rosa.
Subito dopo si è proceduto al giuramento di Biagio Pelligra che ha, di conseguenza, acquisito il diritto di esercitare le sue funzioni di consigliere.
Terzo passaggio, la convalida del consigliere surrogante, votata all’unanimità, così all’unanimità è passata la verifica delle condizioni di compatibilità del neo consigliere, che ha immediatamente preso posto sui banchi della Sala Carfì, nello scranno precedentemente utilizzato da Andrea La Rosa.
Il massimo consesso cittadino ha, quindi, discusso l’ordine del giorno, che costituisce atto d’impulso ed indirizzo politico nei confronti dell’amministrazione comunale, presentato da Sara Siggia e Fabio Nicosia, riguardante alcune proposte correttive per migliorare il servizio della differenziata.
L’ordine del giorno, illustrato da Sara Siggia, è stato respinto a maggioranza, con 13 no e 4 sì.
In precedenza era stato respinto, con 12 no e 4 sì, un emendamento, presentato dalla consigliera Valentina Argentino, M5s, a tale ordine del giorno.
Il Piano di gestione indiretta delle strutture sportive, di cui al punto 6, è stato illustrato in aula dal dirigente Salvatore Guadagnino; dopo un breve dibattito è stato approvato all’unanimità, con 14 voti a favore: stesso schieramento per la sua immediata eseguibilità.
Dopo tale approvazione, essendo presenti solo 6 consiglieri su 24, è stata verificata la mancanza del numero legale, per cui il presidente Andrea Nicosia ha dichiarato sciolta la seduta.

Print Friendly, PDF & Email