Vittoria. Il Consiglio approva gli ultimi 14 articoli del regolamento del mercato. Nicosia: “Soddisfatti per il lavoro compiuto”

VITTORIA – Si è svolta lunedì 12 Settembre 2016 nella sala consiliare “Salvatore Carfì” in via Carlo Alberto, in sessione di aggiornamento della seduta di martedì 30 agosto 2016, inizialmente presenti 18 consiglieri su 24, una riunione del massimo consesso cittadino, chiamato a deliberare sullo schema di regolamento per il mercato all’ingrosso dei prodotti ortofrutticoli di Contrada Fanello.
Restavano da approvare gli ultimi 14 articoli, dal 41 al 54, e sono stati proprio tali articoli l’oggetto del dibattito di ieri.
Sull’articolo 41, “Vigilanza annonaria e igienico sanitaria”, letto, come tutti i successivi, dal presidente Andrea Nicosia, Sac, è stato presentato un emendamento dal consigliere Giuseppe Re, M5s, che non è stato accolto dall’aula, che ha approvato a maggioranza.
All’unanimità sono, invece passati l’articolo 42, “Pulizia del mercato”, e l’articolo 43, “Circolazione dei veicoli”; quest’ultimo, modificato da un emendamento suggerito al consesso dalla locale Cna e fatto proprio da tutti i capigruppo; unanime, di conseguenza, l’approvazione dell’emendamento.
Sul successivo articolo 44, “Provvedimenti disciplinari” un emendamento dei gruppi Pd-Ni è stato bocciato con 11 no e 5 sì; voti che si sono ribaltati per l’approvazione dell’articolo in discussione.
L’articolo 45, “Disciplina e norme per la vendita”, è stata chiesta la sospensione su un emendamento presentato da Giuseppe Nicastro, Gm; alla ripresa dei lavori, il consigliere proponente ha ritirato l’emendamento, per sostituirlo con un altro, che è passato all’unanimità, con 19 voti favorevoli.
Stesso esito per un secondo emendamento, presentato dai consiglieri Pd-Ni ed esposto dal consigliere Salvatore Di Falco, Pd.
Tutti gli articoli successivi, fino al 54, sono stati approvati con voto unanime, così come all’unanimità sono passati gli emendamenti presentati.
Questi, in dettaglio, i titoli di tali articoli: 46, “Strumenti di pesatura”, per il quale sono stati presentati due emendamenti dal gruppo M5s; 47, “Vendite all’asta”; 48, “Vendite per conto”, con un emendamento proposto dal gruppo M5s; 49, “Certificazione per derrate non ammesse alle vendite o deperite”; 50, “Derrate affidate alla Direzione di mercato”; 51, “Elezioni di domicilio”; 52, “Modifiche al Regolamento”, con un emendamento presentato dal gruppo M5s, che lo ha, però, ritirato, dopo un intervento del sindaco Moscato; 53, “Validità del Regolamento”, con un emendamento presentato dal presidente Nicosia; 54, “Entrata in vigore”.
Approvato quest’ultimo articolo, è intervenuto il consigliere Alfredo Vinciguerra, Sac, che ha proposto l’aggiornamento della seduta alle ore 19 di lunedì 19 settembre 2016, “per il voto finale e le dichiarazioni di voto dei gruppi, data l’importanza dell’atto all’ordine del giorno, che merita particolare rilevanza”.
La proposta di Vinciguerra è stata approvata all’unanimità.

Il presidente del consiglio comunale, Andrea Nicosia, ha commentato: “Questo consiglio comunale ha il merito di avere esitato in tempi celeri, senza tuttavia sacrificare la dialettica e il confronto, uno strumento che la città di Vittoria attende da troppo tempo: ben quarantacinque anni! Abbiamo agito esitando uno strumento moderno, efficiente e adeguato alle sfide che dovrà affrontare la struttura mercatale. Uno strumento che è presupposto fondamentale di tutti gli atti di gestione che dovrà porre in essere l’amministrazione comunale al fine di tutelare i nostri produttori, promuovere il nostro prodotto e rilanciare la struttura di mercato. Abbiamo agito ascoltando ed elaborando le sollecitazioni e le proposte provenienti dalle associazioni categoria, facendo sintesi e acquisendo alcune delle proposte di modifica provenienti dalle stesse. Sono soddisfatto per l’andamento dei lavori. Al consiglio comunale il merito. Il senso di responsabilità e di collaborazione ha animato tutte le componenti consiliari che hanno operato, pur nella diversità di veduta rispetto a certi temi, con grande senso di responsabilità”.

Print Friendly, PDF & Email