Vittoria. Esaurita in Consiglio l’approvazione dei debiti fuori Bilancio

VITTORIA – Presenti inizialmente 17 consiglieri su 24, si è svolta ieri, in seduta di prosecuzione, una sessione consiliare alla quale era stato aggiunto ai 5 punti precedenti un ulteriore argomento: un’interrogazione a risposta scritta del consigliere Sara Siggia, Ni, con oggetto “L’iniziativa dei gruppi politici per la pulizia dei cigli stradali”.
Il primo punto, un debito fuori Bilancio per corresponsione somme ad un dipendete del Comune, è stato illustrato dal segretario generale dell’ente, Antonello Fortuna. Su tale argomento è intervenuto il consigliere Monia Cannata, Sac, presidente della Commissione consiliare Bilancio, che ha evidenziato che “la Commissione non poteva non dare parere esecutivo; però è una vicenda nella quale ci sono delle responsabilità, per cui invito l’Amministrazione comunale ad attivarsi per farle emergere”.
Al voto, il provvedimento è stato approvato all’unanimità, così come la successiva immediata esecuzione, con 17 voti su 17 presenti.
Ancora due debiti fuori Bilancio nei successivi punti 2 e 3; entrambi, relativi a tasse di circolazione di mezzi comunali non pagate nell’anno 2013.
Ad esporre gli atti, Salvatore Giunta, dirigente dell’Urbanistica e delle Manutenzioni; al voto, i punti 2 e 3 sono passati all’unanimità; stesso esito per la loro immediata esecuzione.
I successivi argomenti, previsti nell’ordine del giorno ai punti 4 e 5 e relativi ad altrettanti Regolamenti (uno sulla situazione patrimoniale dei componenti degli organi di indirizzo politico titolari di cariche elettive e di governo; l’altro relativo al Registro dei testamenti biologici) sono stati ritirati dai dirigenti di competenza (Salvatore Troia e Salvatore Guadagnino) per “sopravvenute novità legislative”.
I lavori sono stati conclusi dalla trattazione dell’interrogazione del consigliere Siggia, che l’ha esposta, lamentando l’incompletezza della risposta scritta.
È intervenuto, dopo la Siggia, l’assessore Daniele Scrofani, per ribadire alcuni aspetti della risposta scritta. Chiarimenti che non hanno soddisfatto l’interrogante, che ha ribadito come per la manifestazione in oggetto non fosse stata chiesta alcune autorizzazione dai gruppi politici che l’avevano organizzata”.
Subito dopo il presidente Andrea Nicosia, Sac, ha dichiarato sciolta la seduta per esaurimento dei punti all’odg.

Print Friendly, PDF & Email