Vittoria. I consiglieri Barrano, Cirica, Caruso e Sanzone sulla nuova giunta Nicosia

La nuova giunta del sindaco Nicosia, i consiglieri Barrano, Cirica, Caruso e Sanzone: “è stata completamente dimenticata la frazione di Scoglitti. E poi: che fine ha fatto la delega alla trasparenza?

VITTORIA – “Le premesse con cui la nuova Giunta si è presentata alla città non sono delle migliori. Avere appreso che alcuni assessori, tra i nuovi nominati, si sono accordati con il sindaco per essere presenti solo tre giorni alla settimana non è certo incoraggiante. Non è quello di cui Vittoria aveva bisogno“. E’ il commento che arriva dai consiglieri comunali Daniele Barrano, Franco Caruso, Santo Cirica e Salvatore Sanzone a proposito della definizione del nuovo esecutivo da parte del sindaco Giuseppe Nicosia. “Quello che la città chiedeva, prima ancora che l’opposizione – aggiungono i quattro consiglieri – era la disponibilità piena di assessori che, invece, provenienti da varie realtà che li vedono molto impegnati nei rispettivi ambiti di competenza, potranno dedicare alla città soltanto una minima parte del loro tempo. Era questo di cui si sentiva la necessità? Riteniamo proprio di no. Così come non possiamo non rilevare come, per la prima volta, nella storia della città, il sindaco ha deciso di avocare a sé la delega relativa alla frazione di Scoglitti. Questo significa che, per la prima volta, i cittadini della popolosa zona rivierasca non avranno la possibilità di interloquire periodicamente in delegazione, così come accaduto finora, con un rappresentante della Giunta, per esporgli le problematiche che, nella frazione, continuano ad essere sempre più numerose. Un errore da matita blu che testimonia come questa Giunta sia nata senza avere in mente un disegno strategico complessivo e sembra, piuttosto, dettata dalla necessità di garantire la presenza di esponenti autorevoli della società civile assieme ad esponenti della politica cittadina a cui è stato garantito un contentino. Inoltre, risulta assente, al contrario di quanto accadeva in precedenza, la delega alla Trasparenza che rappresentava, comunque, un segnale di garanzia per la collettività. No, non era questa la Giunta di cui la città di Vittoria aveva bisogno. Questo è solo un mix di propositi che si è tradotto in un esecutivo che rischia di non avere un’anima e che, soprattutto, continuerà a fare ancora soffrire una città che aveva bisogno di risollevarsi“. I consiglieri comunali Barrano, Caruso, Cirica e Sanzone, dunque, esprimono il proprio giudizio negativo sulle scelte fatte dal sindaco. “Speriamo di sbagliarci – aggiungono – e speriamo che i fatti dicano tutt’altro. Ma, purtroppo, come abbiamo chiarito, le premesse vanno in una direzione completamente differente“.

Print Friendly, PDF & Email