Vittoria. I consiglieri comunali di Sviluppo Ibleo, Pino e Motta, replicano ai colleghi di Nuove Idee e PD. Riceviamo e pubblichiamo

I consiglieri comunali di Sviluppo Ibleo Pino e Motta: “Ingenerose e dettate da un pizzico d’invidia le accuse di Nuove Idee e Pd al vicesindaco La Rosa sulle presunte assenze in aula. Dalle opposizioni ci attenderemmo atteggiamenti più costruttivi e propositivi”

VITTORIA – “Se sono queste le Nuove idee siamo davvero fritti. Da un’opposizione ci attenderemmo atteggiamenti più costruttivi, di certo propositivi, e non certo l’inclinazione scolastica all’appello. Addirittura si parla di assenze ripetute. Ma quando mai?”. I consiglieri comunali Daniela Pino e Gaetano Motta del movimento politico Sviluppo Ibleo replicano in questi termini ai colleghi dei gruppi Pd e Nuove Idee che, l’altra sera, in Aula, per bocca del consigliere Salvatore Di Falco, hanno criticato il vicesindaco e consigliere comunale Andrea La Rosa, espressione di Sviluppo Ibleo, per le presunte assenze durante i lavori consiliari. “Ci dispiace che Di Falco – sottolineano Pino e Motta – abbia assunto questa vena populista. Le assenze, poche, del vicesindaco e consigliere La Rosa sono state, a oggi, tutte più che giustificate, a cominciare dall’ultima dettata da motivi di carattere istituzionale. A ogni modo sappia Di Falco che il vicesindaco La Rosa, proprio perché fortemente rispettoso delle istituzioni, fornirà delle risposte specifiche a tutte gli interrogativi che gli vengono rivolti con riferimento ai settori di competenza. Resta, a ogni modo, inspiegabile questo attacco del consigliere Di Falco e degli altri amici democratici che, forse, dopo avere preso atto del grande dinamismo del nostro rappresentante in Giunta, sempre pronto a incontrare, a qualsiasi ora del giorno, i cittadini, a confrontarsi con le categorie produttive, ad attivarsi per cercare di risolvere i problemi che gli vengono sottoposti, ha suscitato un pizzico (giusto un pizzico e lo diciamo con il sorriso tra i denti) d’invidia in Di Falco e gli altri visto che la Giunta che invece era espressione della loro parte politica si distingueva per inattività e calma piatta. Si rassegni Di Falco. La musica è cambiata. Adesso ad amministrare la città c’è una squadra di persone che non si ferma mai. E’ chiaro che non hanno la bacchetta magica e che per sanare alcune questioni ci vorrà più tempo del previsto. Ma una cosa non può essere messa in dubbio. E cioè la grande disponibilità di La Rosa nei confronti della cittadinanza e dei consiglieri che la stessa esprime in Aula”.

La Rosa, Motta e Pino
Print Friendly, PDF & Email