Vittoria, IMU agricola. Forza Italia annuncia una Class action contro il Governo per eliminare la tassa

VITTORIA – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Riccardo Terranova:

Tra annunci e smentite è sfumata la marcia indietro del Governo sul ripristino dell’Imu per i terreni agricoli e per i fabbricati rurali. Infatti, Renzi, con l’ennesimo proclama, ha annunciato di rinviare al 2016 la trattazione della materia. E’ legge l’ennesima nuova tassa della sinistra tassaiola e nemica dell’agricoltura. L’ennesima stangata in danno di quel popolo che non ha mai votato né Renzi né i suoi predecessori tassaioli, Letta e Monti. Servirà per pagare i 2,9 miliardi di euro che chiedono i comuni a copertura delle furbate di Renzi e di quel renzismo che scarica sui Comuni il compito di esattori di quelle risorse che, invece, lo Stato dovrebbe reperire, e traferire ai comuni, dai tagli ai costi delle istituzioni nazionali e regionali, ai privilegi ed alle rendite della casta romana. Essi, i Comuni, sono gli unici enti preposti a garantire i servizi e le infrastrutture ai cittadini ed al territorio.
Da alcuni studi di settore è emerso che l’IMU agricola colpirà la nostra provincia più di altre proprio perché ad alta vocazione e concentrazione agricola. Sarà inesorabile ed interesserà, in modo diretto ed indiretto, circa il 70 % della popolazione, ossia 220.000 su 318.000 residenti.
Aspettiamo al varco i Parlamentari della nostra provincia, nazionali e regionali, del PD e di quel NCD di Alfano circa la promessa di impegnarsi per la definitiva abolizione di questa ennesima odiosa e nociva tassa, che sarà per loro un boomerang clamoroso, con effetti gravissimi per l’intero comparto agricolo che con grandi sacrifici tenta di uscire da una crisi economica così difficile e duratura.
Invece, diamo atto e riconosciamo la coraggiosa e meritoria dei Sindaci iblei che, all’unisono, hanno voluto manifestare il disappunto delle loro Amministrazioni, dei propri concittadini e di tutte le aziende agricole. Esse rappresentano per il nostro territorio l’unico volano economico che, invece, andrebbero valorizzate e sostenute dalle istituzioni, a qualsiasi livello.
Intanto il Gruppo Parlamentare alla Camera dei Deputati di Forza Italia ha annunciato una “Calss Action” contro il Governo, al fine di cancellare definitivamente l’odioso balzello che, altri non è, che l’ennesima PATRIMONIALE di una sinistra che, ha rinunciato alle proprie tradizioni in materia di tutela dei lavoratori e delle fasce più deboli in favore delle lobby finanziarie, ma non ha mai rinunciato a perseguire la proprietà privata, ritenendola una fonte da cui attingere sistematicamente per foraggiare quell’apparato elefantiaco, inefficace e costoso che si annida nei palazzi romani.

Print Friendly, PDF & Email