Vittoria. La Rosa: “A Vittoria e a Scoglitti la bellezza del paesaggio e dei monumenti rischia di non servire più”

La Rosa: “Degrado e incuria avanzano a causa della cattiva gestione di questa Giunta”

Vittoria, 5 agosto 2015 – “E’ un momento molto delicato per la città di Vittoria e per la frazione rivierasca di Scoglitti. Due posti di straordinaria bellezza, grazie alle suggestioni paesaggistiche che la natura ci ha donato, e che l’uomo, nel corso dei secoli, ha saputo arricchire con la sua capacità artistica. Prova ne sia il liberty a Vittoria e la dimensione da borgo marinaro di Scoglitti. Purtroppo, però, queste due realtà, oggi, fanno i conti con una disattenzione amministrativa i cui nodi, purtroppo, stanno venendo al pettine in un colpo solo, quasi a sottolineare la cattiva gestione a cui sono state sottoposte per tutto questo tempo”. E’ la riflessione che arriva dal consigliere comunale del movimento politico Sviluppo Ibleo, Andrea La Rosa, a commento di quanto sta succedendo nelle ultime ore. “La città, il centro ma soprattutto le periferie – dice La Rosa – sono sempre più abbandonate a loro stesse. Nessuno si preoccupa di garantire la benché minima manutenzione ordinaria. Discariche abusive è possibile riscontrare un po’ ovunque appena ci si porta fuori dal circuito urbano. Nel cuore di Vittoria, poi, sono sensazioni come la sciatteria e il degrado a farla da padrone. Ma possibile che quest’Amministrazione non sia stata capace di riprendere appena un minimo la situazione? Ancora più grave, se possibile, quello che sta accadendo in queste ultime ore a Scoglitti. Dove la presenza di una falla nella condotta sottomarina del pretrattamento delle acque, così come confermato dalla stessa Amministrazione, non lascia dormire sonni tranquilli ai villeggianti, ai turisti e ai residenti. E a nulla sono valse le rassicurazioni provenienti dall’assessore Cavallo che ha citato i dati dell’Arpa in ordine al fatto che la qualità delle acque sia accettabile. La preoccupazione c’è tutta e i cittadini non sanno cosa fare. Per cui chiediamo all’Amministrazione comunale di fornire rassicurazioni inoppugnabili, a cominciare dalla pubblicazione delle analisi, per garantire che non ci siano davvero rischi sul fronte della balneazione. Gli incidenti possono sempre succedere, per carità, ma, ancora una volta, è la gestione delle emergenze che lascia a desiderare. La città, nella sua interezza, attende risposte”.

Print Friendly, PDF & Email