Vittoria. La Rosa: “Creare piattaforma con programma alternativo per ridare speranza a città”

La Rosa: “Il movimento “Sviluppo Ibleo” pensa a creare un progetto alternativo per ridare speranze alla città di Vittoria. Ieri una riunione nel corso della quale sono state definite le linee operative. Rispetto al nulla amministrativo attuale, occorre compiere molti passi in avanti cercando di coinvolgere la cittadinanza vittoriese che subisce questa Amministrazione e non ce la fa più a sentire gli ululati di falsi oppositori, responsabili di fallimenti dal ’78 ad oggi

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dell’associazione Sviluppo Ibleo a firma di Andrea La Rosa:

VITTORIA – La sede del movimento politico Sviluppo Ibleo ha ospitato ieri sera una riunione nel corso della quale sono state definite le nuove direttive operative. In particolare, il consigliere comunale Andrea La Rosa e gli altri rappresentanti del movimento hanno fatto il punto della situazione, avviando un dibattito interno, finalizzato a rendere partecipe la base e, comunque, partendo dal basso, soprattutto rimarcando la necessità di ricordare ai vittoriesi la necessità di creare una reale alternativa al nulla amministrativo attuale, isolando la falsa e demagogica opposizione, vecchia e sterile, responsabile di fallimenti dal 1978 ad ora. Obiettivo adesso? Il coinvolgimento pieno della cittadinanza. Destinata ad esprimere le proprie necessità che saranno poi raccolte in un’unica agenda operativa, base di riferimento per la creazione di una dettagliata programmazione di iniziative sul territorio. Sono queste le indicazioni lanciate in occasione dell’incontro, tenutosi nella segreteria di via Cairoli, tra La Rosa, che è anche presidente del movimento, e i responsabili delle varie aree tematiche, soggetti singoli e gruppi aderenti alla costituenda piattaforma politica lanciata qualche mese fa da Sviluppo Ibleo. L’incontro operativo si è tenuto dopo la riunione di insediamento dei vari tavoli, giorni addietro, nel corso della quale era stato illustrato il manifesto politico per la città di Vittoria. “Confronti del genere – afferma La Rosa – sono sempre molto stimolanti e devo dire che abbiamo subito stabilito un metodo di lavoro che ci favorirà ancora di più nell’individuare tutte le pecche, e sono parecchie, dell’attuale Amministrazione comunale. Prendo atto del dialogo costruttivo instaurato che non potrà che essere proficuo per lo sviluppo dei canoni di crescita che ci siamo dati. Al contempo, non posso non sottolineare come, da questo momento in poi, le presenze di gruppi nuovi come il Movimento Popolari x Vittoria, da poco nato e vicino alle posizioni della nostra costituente piattaforma, oltre a singoli e aggregazioni di aree moderate, si moltiplicheranno proprio perché è stata assunta la consapevolezza che tutti dovranno impegnarsi in prima linea per cercare di cambiare al meglio una città che sta attraversando, a livello amministrativo, uno dei momenti più complessi degli ultimi anni”.
“Siamo già presenti sul territorio – continua La Rosa – quotidianamente abbiamo aperto un confronto diretto con la città, partendo dal territorio, dagli incontri nei quartieri, cuore pulsante della città. Obiettivo principale è unire tutte le forze moderate e territoriali presenti, forze nuove e risorse ideali radicate ed innovative. La piattaforma che intende creare Sviluppo Ibleo, con l’adesione di altri soggetti che nelle prossime settimane si aggregheranno al percorso politico, ci chiarisce che molto presto saranno disponibili i primi elementi di un programma molto più articolato che dovrà costituire la base di partenza per cambiare Vittoria in meglio. Cerchiamo di creare un’alternativa all’attuale nulla amministrativo. E, soprattutto, vogliamo smarcarci da chi, dopo trent’anni, prima da amministratore e poi dai banchi dell’opposizione, continua ad ululare senza soluzione di continuità, come se non fosse stato tra i protagonisti delle condizioni di degrado attuale in cui versa la città”. E’ stato registrato grande entusiasmo tra i soggetti coinvolti. “Devo dire – prosegue La Rosa – che questo è un aspetto importante perché soltanto così è possibile sopperire alla cattiva nomea che, soprattutto tra i giovani, investe in primo piano la politica che, invece, dal nostro punto di vista deve essere interpretata in modo nobile per riuscire a soddisfare le esigenze del territorio. Vittoria fa registrare problemi un po’ovunque, dal mercato ortofrutticolo al mercato dei fiori, dal centro storico alle periferie, dalla mancanza di lavoro all’assenza completa di prospettive. Noi vogliamo dare una scossa a questa situazione. Naturalmente non saremo soli nella concretizzazione di questo obiettivo. E, anche per questo motivo, sono sicuro che ci riusciremo”.

Print Friendly, PDF & Email