Vittoria. “L’ospedale Guzzardi non si tocca”: Gruppo consiliare Riavvia Vittoria scende in campo dopo la decisione dell’ASP 7

VITTORIA – “Il graduale tentativo che si sta portando avanti sottotraccia e che mira a smantellare di prerogative maturate nel tempo l’ospedale Guzzardi non ci farà rimanere in silenzio. Anzi, siamo pronti a manifestare in maniera eclatante il nostro dissenso rispetto alle scelte maturate dalla direzione generale dell’Asp 7 sulla riorganizzazione dell’area chirurgica aziendale”. Lo dice il capogruppo di Riavvia Vittoria, Daniele Barrano, pronto ad intestarsi questa battaglia per il bene della Sanità locale e perché possano essere garantiti i dovuti servizi all’utenza ipparina. “La modificazione delle strutture complesse, così come richiesto dai vertici Asp – continua Barrano – avrà una precisa conseguenza per la Chirurgia di Vittoria, vale a dire il progressivo depauperamento di una realtà che nel corso degli anni è riuscita a qualificarsi per le proprie peculiarità. Se gli interventi di maggiore complessità saranno eseguiti a Ragusa, significa che Vittoria vedrà decrescere il numero dei propri utenti nonostante il reparto sarà dedicato alla chirurgia minore. Non sappiamo se questi sono gli effetti del decreto Balduzzi. Di certo c’è che non possiamo assistere inermi allo smantellamento di un nosocomio i cui tratti distintivi sono necessari per curare la salute dei vittoriesi che stanno subendo già parecchi disagi sul fronte sanitario e che certo non possono vedersi sfuggire di mano delle competenze specifiche come quelle concernenti chirurgia. Ecco perché siamo pronti ad animare questa battaglia di civiltà per la nostra città e chiederemo al sindaco, Giovanni Moscato, di scendere in campo e di sposare la nostra protesta. Non è possibile continuare su questa falsa riga. Il Guzzardi non si tocca. E noi lo difenderemo a spada tratta”.

Print Friendly, PDF & Email