Vittoria. Nicastro: “Emaia, un tempo una signora fiera! Oggi un mega bazar!”

Vittoria, 10 novembre 2015 – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampaa firma di Giuseppe Nicastro,. Presidente di Azione Sociale Vittoria:

E fu’ cosi’ che la FIERA EMAIA ha avuto un’amara fine causata dell’amministrazione comunale capeggiata dai Nicosia & Company.
Una fiera che per colpa di questi amministratori vessa in una condizione disastrosa , specie se mettiamo a confronto certe fiere che proprio in agricoltura , sono riusciti a toglierci il primato di FIERA AGRICOLA ,insomma una fine che non meritava.

Una fiera che non promuove i nostri prodotti Ortofrutticoli , il nostro Vino Cerasuolo , il nostro Olio ,la nostra Agricoltura e il nostro Artigianato.

Fiera Campionaria Nazionale di cosa ?
Sarebbe bello avere una risposta ,anche se , sappiamo benissimo che non riusciranno a darcela .

Forse i nostri amministratori (ancora per poco) dimenticano che EMAIA vuol dire ESPOSIZIONE.MACCHINE.AGRICOLE.INDUSTRIA.ARTIGIANATO, tutti settori dimenticati dall’amministrazione del PD Nicosiano.

Un tempo l’EMAIA di San Martino era una signora Fiera, oggi invece e’ una struttura caratterizzata da molti stand chiusi , soprattutto gli stand esterni , cioe’ quelli allocati nel perimetro confinante alla valle dell’ippari , per non parlare del piazzale centrale vuoto , che per coprire le vergone in merito alla mancanza di espositori , hanno fatto installare giochini ed autobar tanto per riempire l’enorme spazio vuoto .
Insomma oggi la Fiera EMAIA e’ diventata una enorme bancarellopoli , una struttura in cui si acquista di tutto , dal classico giubbotto in pelle , al salamino calabrese . al panino alla piastra,fino ai casalinghi e i detersivi , un vero e proprio mega Bazar di 9 giorni , che annienta il commercio Vittoriese degli operatori di via Cavour e di tutta la citta’ di Vittoria , il quale non gli basteranno giorni e settimana per riparare un forte danno economico voluto da chi oggi preferisce attuare una fiera di bancarelle e minuterie di vario genere anziche’ una Fiera di esposizione e promozione dei settori inerenti al nostro territorio e alla nostra economia .

Abbiamo anche assistito all’ennesima dimostrazione di come costoro hanno eliminato pure le tradizioni di San Martino togliendo il sudetto nome nell’intitolazione inerente a questo periodo , quindi anche la FIERA DI SAN MARTINO NON ESISTE PIU’ !!!

Una fiera che parte con una inaugurazione molto contraddittoria, capeggiata dal Sindaco Nicosia con ospite il Presidente Crocetta ,quest’ultimo proprio qualche settimana fa’ criticato aspramente in merito alle scelte per la composizione dell’ennesima giunta regionale sia dal PD Vittoriese e sia da Fabio Nicosia ,fratello del Sindaco, il quale per l’ennesima volta non e’ stato scelto (come a lui sarebbe piaciuto) come assessore Regionale .

Praticamente con questi amministratori nessuno vuole averci a che fare !!

Per non parlare dalle presenza di Concetta Fiore , un giorno qui’ e un giorno la’ ,un giorno a favore di Nicosia ed un altro giorno contro , sempre alla ricerca di nuovi orrizzonti e di nuove opportunita politicamente appetibili .

Occorre cacciare via questi amministratori da Palazzo Iacono ,tutelare le nostre tradizioni , risanare i debiti che l’EMAIA possiede a causa della cattiva gestione Nicosiana , recuperare gli insoluti di alcuni ex espositori , rivedere le tariffe e i vari servizi da offrire agli espositori e infine attuare una fiera in cui il significato di EMAIA e cioe’ ESPOSIZIONE -MACCHINE – AGRICOLE – INDUSTRIA- ARTIGIANATO possano avere un ruolo centrale e fondamentala per far ripartire l’economia Vittoriese , portando vere campionature di prodotti e novita’ utili alla modernizzazione dei nostri settori economici e lavorativi .

RIVOGLIAMO INDIETRO IL NOSTRO FIORE ALL’OCCHIELLO , UN TEMPO LA SIGNORA EMAIA , OGGI NON PIU’ !!!

Vittoria li 9-11-2015

IL PRESIDENTE
Giuseppe Nicastro

Print Friendly, PDF & Email