Vittoria. Nota dell’assessore Cannizzo, Nicosia: “Bloccano lo sviluppo della città da 10 anni”

Andrea Nicosia: “Hanno distrutto Vittoria. Hanno mortificato Scoglitti e, come al solito, attribuiscono la colpa all’opposizione. L’assessore Cannizzo farebbe bene a pensare, se riesce, al proprio lavoro per cui è pagato dai cittadini vittoriesi”

VITTORIA – E’ in risposta all’assessore Cannizzo che interviene il consigliere comunale ed esponente del progetto civico Se la ami la cambi, Andrea Nicosia.
Fa sorridere, anzi fa quasi tenerezza, l’assessore Cannizzo quando decide di attaccare questa opposizione sfoderando attacchi privi di senso e di contenuto. Il Consiglio comunale, su richiesta di un consigliere di opposizione e non su richiesta del candidato a sindaco  Giovanni Moscato, ha ritenuto a larga maggioranza di rinviare di qualche giorno la discussione relativa all’approvazione dello schema di massima del Piano regolatore al fine di consentire un approfondimento del tema. Il Consiglio, infatti, è stato rinviato di appena 10 giorni.
Le dichiarazioni di Cannizzo sono farneticanti. La scelta – dichiara Nicosia  – è stata condivisa da buona parte dei consiglieri comunali tra cui esponenti e candidati di altre coalizioni. Quindi, nessun capeggiamento del consigliere Moscato che era in aula, insieme agli esponenti del progetto di se la ami la cambi, al contrario di alcuni consiglieri di questa oramai tumefatta maggioranza PD.
L’assessore Cannizzo ci accusa di essere contro lo sviluppo di Vittoria e contro lo sviluppo turistico di Scoglitti per avere ritenuto opportuno approfondire e rinviare di pochi giorni la discussione sul PRG.
Sono loro ad avere distrutto Vittoria in dieci anni di amministrazione caratterizzata solo da fallimenti. Basti pensare all’AMIU, per cui i cittadini vittoriesi saranno costretti a pagare 18 milioni di euro di debiti. All’Emaia, per la quale i vittoriesi dovranno sobbarcarsi 6 milioni di euro di debiti. E, ancora, su Scoglitti non siamo certo noi ad avere provocato lo scoppio dei tombini e la fuoriuscita della melma sulla spiaggia il 15 di agosto.
Non siamo certo noi ad aver speso risorse in eventi inutili per il territorio. Non siamo certo noi a non avere dimenticato di risolvere il problema della fognatura a Scoglitti e dei servizi minimi essenziali.
E poi, come mai non attacca il figliol prodico consigliere Aiello che alla seduta di ieri era assente? Forse perché si preparano ad accoglierlo in seno al Partito democratico?
L’assessore non ha idea di cosa parla. Farebbe bene a chiedere scusa ai vittoriesi per l’inutilità della propria presenza in giunta e ritirarsi finalmente dalla vita pubblica.
Sappiamo che non lo farà, ma per fortuna ci penseranno i vittoriesi ad obbligarlo“.

Print Friendly, PDF & Email