Vittoria, Paes. Nicosia e Moscato: “Il sindaco Nicosia dovrebbe evitare eccessivo entusiasmo”

Nicosia e Moscato: “La sua amministrazione ha fallito nelle politiche di tutela dell’ambiente”.

VITTORIA – E’ stato discusso in occasione dell’ultimo consiglio comunale il paes (piano d’azione per l’energia sostenibile) ed e’ stato approvato anche dall’opposizione del consiglio comunale di Vittoria la quale, tuttavia, non ha potuto non compiere, in sede di discussione, alcune considerazioni in ordine agli obbiettivi contenuti che l’ente dovrà perseguire nel corso dei prossimi anni.
Il paes è, ad oggi, un piano che include al proprio interno un insieme di misure e di azioni finalizzate alla tutela dell’ambiente e per la riduzione della Co2 nell’atmosfera. Esso contiene un insieme di obbiettivi che dovranno essere perseguiti, per cui è prevista una spesa di 11 milioni di euro (per gli obbiettivi perseguiti dal comune). “Tuttavia – rilevano Nicosia e Moscato – è bene precisare che, ad oggi, nessuno degli obbiettivi è finanziato, ma l’approvazione del piano consentira’ all’amministrazione di potere partecipare ai bandi europei che finanzino obbiettivi a tutela dell’ambiente e per la riduzione della co2 nell’atmosfera“.
Tra gli obbiettivi che l’amministrazione spera di perseguire vi è la redazione del piano del traffico, il miglioramento del servizio trasporto urbano, la sostituzione dell’illuminazione pubblica con tipologie di illuminazione alternative a quelle tradizionali.
Se l’amministrazione – continuano i due consiglieri di Fratelli D’Italia – avesse avuto a cuore la tutela dell’ambiente avrebbe, già nei 9 anni trascorsi, potuto perseguire alcuni di tali obbiettivi.
Se avesse avuto cura dell’ambiente avrebbe gia’ da tempo potuto provvedere alla istituzione dello sportello-ambiente; avrebbe potuto provvedere alla redazione del piano del traffico (obbligatorio per legge gia’ dagli anni 90); avrebbe potuto provvedere,  o per lo meno avviare, una seria azione di incentivo dei servizi di trasporto pubblico.
Niente di tutto cio’; nessuna sensibilita’ rispetto a tali temi e’ mai stata dimostrata. Infatti la citta’ aspetta ancora, per fare un solo esempio, le piste ciclabili.
Il piano approvato qualche giorno fa sarebbe dovuto essere un elemento ulteriore rispetto ad una azione seria a tutela dell’ambiente che si sarebbe dovuta esprimere negli anni passati a guida nicosia. Esso, invece, risulta il punto di partenza, utile a precettare finanziamenti in materia in europa.
Il sindaco Nicosia non sia eccessivamente entusiasta, un piano cosi’ importante, con cosi’ tanti obbiettivi e’ la espressa dichiarazione del proprio fallimento anche in materia ambientale.
Un buon amministratore avrebbe dovuto anticipare quegli obbiettivi. Cosi’ non è stato.
Abbiamo, comunque, convintamente votato il piano perchè convinti che la citta’ meriti di dotarsi di uno strumento che le consenta di precettare ed ottenere finanziamenti europei“.

Print Friendly, PDF & Email