Vittoria. PD: “La chimera dell’amministrazione: Raccolta RU e differenziata”. Riceviamo e pubblichiamo

VITTORIA – A distanza di oltre 100 giorni dall’insediamento della giunta Moscato, al grido di “se la ami la cambi”, ad essere sinceri abbiamo visto sul serio evidenti cambiamenti nella nostra città: IN PEGGIO!

Sorvoliamo sulla stagione estiva – totalmente anonima sotto il profilo degli eventi culturali e sportivi – perché l’amministrazione si è insediata già ad inizio estate e pertanto l’ordinaria manutenzione e pulizia degli arenili ha lasciato a desiderare, mentre la sabbia è ancora là in mezzo alla strada sul lungomare, ad ostruire la carreggiata.

Ma siamo quasi a Novembre, e la situazione non è certo migliorata.

Sotto il profilo della pulizia della Città siamo addirittura peggiorati. E con la nuova Giunta Moscato, la proroga del servizio di raccolta rifiuti alla TEKRA non ha subito riduzione di somme impiegate, il costo del servizio è sempre lo stesso.
A fronte di tutto ciò, sappiamo che sono in corso trattative sindacali tra la nuova ditta che subentrerà alla TEKRA e i dipendenti con contratto a tempo indeterminato che non intendono accettare le condizioni imposte dalla nuova ditta: ossia riduzione dell’orario di lavoro e demansionamento per far sì che tutti i 109 dipendenti vengano reimpiegati.

Ci chiediamo, a questo punto, un paio di cose.
La prima: ma se con gli stessi costi del servizio e l’impiego di tutti i 109 dipendenti con contratto a tempo indeterminato full time la vecchia amministrazione riusciva a malapena a garantire il servizio di raccolta rifiuti e pulizia, come pensa di gestire la nuova ditta il servizio, con le stesse somme e meno dipendenti (o meno ore lavorate) il servizio di raccolta rifiuti, la pulizia di Vittoria e Scoglitti e l’avvio della raccolta differenziata porta a porta?
E’ chiaro che qui qualcosa non torna, qualcuno bluffa. O la ditta sta giocando al rialzo (vuole garantirsi maggiori profitti risparmiando sugli stipendi dei dipendenti) o l’amministrazione punta al ribasso, in questo caso a danno dell’intera collettività che vedrà un servizio di pulizia e raccolta rifiuti ancora più scadente di quello attuale e quindi l’avvio della raccolta differenziata a questo punto diventa una chimera.

Il Partito Democratico non ci sta. Auspichiamo la composizione della vertenza sindacale affinchè venga scongiurata l’ipotesi (avanzata dalla ditta di Misterbianco) di ridurre il numero dei dipendenti da impiegare, e non vengano lesi o mortificati i diritti dei lavoratori.
Vigileremo sullo svolgimento dell’appalto di pulizia perché la Città di Vittoria e Scoglitti non vengano bistrattate e offese da un’amministrazione miope e superficiale.

Vittoria, 28 Ottobre 2016
La Segreteria

Print Friendly, PDF & Email