Vittoria. Presidente commissione bilancio Cannata: “Differenziare bene ridurrà le imposte”

VITTORIA – “I cittadini di Vittoria continuano a pagare anni di pessima amministrazione e di ritardi nell’adeguamento della raccolta dei rifiuti“. Comincia così la nota inviata alla stampa dal Presidente della commissione bilancio, Monia Cannata.

La commissione bilancio ha, infatti – continua Cannata – dovuto trattare l’adeguamento del PEF alle spese per i servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti sostenute nell’anno 2016“.

Com’è noto, l’imposta comunale sui rifiuti (TARI) – spiega il Presidente della commissione bilancio – viene determinata attraverso la ripartizione pro capite dei costi sostenuti nell’anno precedente per i servizi complessivamente erogati (raccolta, trasporto e conferimento in discarica). Il volume di rifiuti conferiti in discarica nel 2016, quando già la raccolta differenzata veniva fatta nei comuni a noi vicini, hanno superato di gran lunga quelli degli anni precedenti con la conseguenza che i maggiori costi potrebbero determinare un incremento nell’imposta del 5%. Si tratta di un adeguamento necessario per legge e, purtroppo, conseguenza delle scelte politiche che hanno ritardato l’inizio della differenziata a Vittoria“.
Per fortuna la musica è cambiata. – esordisce – Basti pensare che differenziare al 30% determina un risparmio annuo di circa un milione di euro, importo che determinerebbe una immediata ricaduta in positivo sull’imposta comunale. Noi siamo ancora più ambiziosi e crediamo fortemente che si possa giungere a percentuali di differenziazione ancora superiori al fine di consentirci di ritornare in consiglio comunale per ridurre o azzerare il saldo TARI, già a partire dall’anno in corso”.
L’atto oggi votato – conclude  il Presidente della commissione bilancio, Monia Cannata – rende ancora più evidente come, sulla TARI, tutto dipende dai cittadini: tanto più sapranno differenziare, tanto maggiore potrà essere l’abbassamento dell’imposta“.

MONIA CANNATA
Print Friendly, PDF & Email