Vittoria. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del consigliere Francesco Aiello

VITTORIA – L’art. 62, punto 7 , del nuovo Statuto COMUNALE  prevede infatti testualmente che: “il Sindaco può, in ogni tempo, revocare uno o più componenti della Giunta. In tal caso, egli deve, entro sette giorni, fornire al Consiglio Comunale circostanziata relazione sulle ragioni del provvedimento sul quale il consiglio comunale può esprimere valutazioni. Contemporaneamente alla revoca, il Sindaco provvede alla nomina dei nuovi Assessori. Ad analoga nomina il Sindaco provvede in caso di dimissione, decadenza o morte di un componente della Giunta.”
Orbene, non solo Sindaco e Presidente del Consiglio ignorano le prescrizioni regolamentari, snobbando, come sono soliti fare, a loro convenienza e illecito abuso dei loro poteri, esercitati per impedire il rispetto dello Statuto comunale, ma osano sfidare la pubblica opinione invitando al Teatro i cittadini per la presentazione di una Giunta, per la quale ha gia’ fatto una conferenza stampa, che non si e’ ancora sottoposta alle valutazioni del Consiglio, come prevede la norma statutaria.
Che’ anzi il Consiglio comunale è stato  convocato su altri argomenti, a sfida e beffeggiamento della massima istituzione cittadina. A Vittoria la legalita’ e’ diventata un lusso e gli abusi sono diventati pane quotidiano di una oligarchia familiare e affaristica che vorrebbe mettere i piedi sulla faccia di tutti, dopo avere devastato i cardini portanti della Citta’ di Vittoria.
Noi impediremo questo scempio. E chiamiamo i cittadini a protestare civilmente e a mettere in discussione questo modo indecente di amministrare.
Informeremo la Prefettura e la Regione per questi soprusi che vengono perpetrati e gia’ mercoledi in Consiglio Comunale ci confronteremo con questi signori ancora una volta per tutelare la legalita’ e la trasparenza istituzionale in una citta’ devastata.
NON PRAEVALEBUNT!

Francesco Aiello
Consigliere comunale Azione Democratica
12 gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email