Vittoria. “Ripartire dai territori”: nuovo slogan del movimento “Sviluppo Ibleo”

Il movimento politico “Sviluppo Ibleo” sabato pomeriggio ha dato il via ad un rinnovato percorso per costruire una piattaforma politica finalizzata a predisporre un progetto di crescita per Vittoria

Vittoria, 13 ottobre 2014 – Ripartire dal territorio. O meglio dai territori. Per costruire un progetto univoco. Senza ambiguità. Iniziando dalla base. E’ il nuovo “reboot” del movimento politico “Sviluppo Ibleo” che sabato pomeriggio, nella sede della segreteria politica di via Cairoli 32, ha ribadito la volontà di gettare le basi dell’ambizioso programma con cui si intende consegnare alla città un nuovo progetto per la crescita di Vittoria. “Stiamo costruendo la piattaforma politica – ha detto il segretario cittadino Biagio Pelligra – iniziando dalla base, dialogando con il territorio. Apriremo un confronto con tutte quelle realtà nuove ed innovative, accelerando i confronti finalizzati a costruire un patto generazionale alternativo a chi, invece, continua ad essere espressione di una politica conservatrice e vecchia, nonostante, a parole, cerchi di ammantarsi di una qual certa novità. Ora, però, è arrivato il tempo dei fatti”. E’ stato poi il segretario provinciale Raffaele Migliorisi a spiegare che “la nostra è una forza politica responsabile, con orgoglio e coraggio lo scorso anno abbiamo intrapreso un cammino difficile, evitando interlocuzioni con inutili gruppi politici che non hanno nulla di nuovo. Non siamo disposti a svendere i nostri valori e le nostre idee, ma soprattutto non siamo disposti a vedere svalutato il nostro programma di cambiamento per la città. Noi abbiamo il sacrosanto dovere di ascoltare la voce dei moderati, seguire le istanze provenienti dai territori ed interpretarne al meglio le esigenze”. Il capogruppo di Sviluppo Ibleo, Andrea La Rosa, ha messo in chiaro che “proprio per questo motivo, il nostro movimento politico, unitamente a Ncd, dirà ai suoi eventuali alleati che il nostro bene supremo è garantire i cittadini ed è sempre per la stessa ragione – ha continuato La Rosa – che sarà difficile accettare geometrie variabili. Aspiriamo, semmai, ad un quadro locale, territoriale, civico e univoco. E’ questa l’ipotesi di lavoro che cercheremo di rafforzare con il contributo di tutti, soprattutto di chi vorrà sbracciarsi per pensare ad una idea di città migliore. Vogliamo che da qui al 2020 Vittoria possa fare un radicale balzo in avanti. Ma perché ciò accada è indispensabile il sostegno dei cittadini di buona volontà e operosi di cui la nostra città è ricca”. Il movimento politico Sviluppo Ibleo ha dato già il via ad una serie di incontri per conoscere da vicino le esigenze delle varie realtà del territorio locale. Si comincia giovedì con una riunione a cui parteciperanno esponenti del mondo imprenditoriale e delle piccole e medie imprese locali. Sabato prossimo, invece, sarà la volta del mondo delle donne con un incontro che sarà coordinato da una delle responsabili del movimento, Denise Gulino.

Print Friendly, PDF & Email