Vittoria. Salvatore Artini: “Adesso gli “squadristi” sono i Presidi, gli studenti e chi difende determinate categorie…”

Salvatore Artini: “Adesso gli “squadristi” sono i Presidi, gli studenti e chi difende determinate categorie…. Questo è quello che pensa il Presidente del Consiglio Comunale Di Falco”.

Vittoria, 12 ottobre 2015 – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma di Salvatore Artini:

Un presidente del Consiglio Comunale  che, dopo aver degradato uomini e donne del mondo della scuola, addirittura, prova vergogna per i firmatari di un piano di dimensionamento concreto e funzionale contro la riforma.
Fatto sta che senza docenti e studenti -insubordinati per il Presidente del Consiglio Comunale – non ci sarebbe stato nessuno dei politici del PD a contestare e a dire no alla riforma della Buona Scuola.
A fronte di una «minoranza aggressiva che strilla», una «maggioranza di docenti e studenti» queste parole pronunciate dal presidente del consiglio, suonano come una chiamata alle armi, contro la mobilitazione che contesta la mancanza di pluralismo e democrazia.
Lo dimostra l’episodio, in tutta franchezza penoso, col quale Di Falco e tutti Consiglieri Comunale della maggioranza (PD.) che parlano di strumentalizzazione politica “a mio parere inesistente” hanno abbandonato l’aula del consiglio comunale non volendo discutere le mozioni sul dimensionamento scolastico.
L’amministrazione aveva scommesso che il piano di Dimensionamento approvato con delibera n. 397 e 416 avrebbe riscosso consenso unanime, invece il giudizio dei dirigenti scolastici ( 8 su 9 ) è stato negativo, tutto questo dovrebbe far riflettere Di Falco e il PD e l’Amministrazione tutta.
Dentro questa lunga teoria di scatole vuote c’è tutto ciò che attiene alla didattica e al suo esercizio. Vale a dire che con questa delibera  non si parla di scuola, non si parla di didattica, non si parla di istruzione: non se ne parla perché queste cose verranno scritte dopo.
Non si parla neanche delle tanto sbandierate meritocrazia, perché anche su questo si delibererà dopo.
Nel prossimo Consiglio Comunale il 14 in prima seduta e il 15 in seconda cm. le mozione verranno ripresentate e si avvierà una discussione per procedere in modo omogeneo alla elaborazione di un nuovo piano di Dimensionamento.

Salvatore Artini – Forza Vittoria

Print Friendly, PDF & Email