Vittoria. Sara Siggia: “Autosospensione dal Partito Democratico”. Riceviamo e pubblichiamo

VITTORIA – Dopo una lunga riflessione mi pare opportuno, soprattutto in qualità di consigliere comunale democraticamente eletta nella lista #nuoveidee – idemocratici, esprimere il mio personale pensiero rispetto alle ultime vicende che hanno coinvolto non solo la città di Vittoria, ma soprattutto l’ex sindaco e l’attuale dimissionario Consigliere comunale.

Da anni seguo con entusiasmo e passione la vita politica dell’ex sindaco Giuseppe Nicosia, e del fratello Fabio, per me maestri di politica.

Già dal 2006, l’amministrazione e in particolar modo il Sindaco Nicosia, ha avviato i percorsi di legalità, ed insistito sui temi della sicurezza finalizzata a garantire standard di vivibilità di trasparenza;

Giuseppe Nicosia è stato il primo Sindaco ad adottare il regolamento “ANTI-PIZZO”che prevede premialità fiscali in favore degli imprenditori che si ribellano al racket delle estorsioni.

La battaglia per la piena affermazione della legalità è proseguita su vari fronti: dal Mercato ortofrutticolo – dove sono state revocate le concessioni di otto box – alle attività commerciali – trentadue sanzionate per avere svolto l’attività in assenza di autorizzazione – ai dipendenti comunali – con l’avvio di 58 provvedimenti disciplinari.

Il Sindaco Nicosia ha aderito alla Carta di Pisa, un codice etico-comportamentale destinato agli amministratori pubblici e contenente specifiche regole di condotta finalizzate a rafforzare la trasparenza e la legalità all’interno delle istituzioni pubbliche, in particolare contro la corruzione e l’infiltrazione mafiosa. E proprio in tema di anticorruzione, il Comune ha provveduto alla creazione di un apposito Nucleo interno ed ha organizzato seminari destinati al personale.

Tutti gli anni, sono stati confermati i Percorsi di legalità nelle scuole, con lezioni tenute dai rappresentanti delle istituzioni ed esponenti della società civile e con iniziative collaterali che hanno coinvolto gli studenti di ogni ordine e grado.

Nel 2012 il Sindaco Nicosia ha partecipato alla Giornata della Memoria in veste di relatore all’assemblea nazionale dell’associazione Avviso pubblico.

Ha messo a disposizione una sede per l’associazione cittadina Antiracket nell’edificio di via Gaeta.

In questi lunghi e intensi dieci anni, il Sindaco Nicosia si è sempre e dico sempre COSTITUITO PARTE CIVILE nei PROCESSI CONTRO LA CRIMINALITà, facendo nome e cognome dei mafiosi, contrastando tutti i clan presenti a Vittoria.

Unico Sindaco della città di Vittoria che ha avuto il CORAGGIO di CONFISCARE le case dei mafiosi.

Ricordo i diversi tentativi di alcuni delinquenti che hanno cercato di intimidire il Sindaco Nicosia danneggiando la sua auto, parcheggiata nel centro cittadino, ricoprendola di olio combustibile esausto o quelle volte che gli hanno fatto trovare, nella propria abitazione, lettere intimidatorie nei confronti suoi e della sua famiglia.

Un Sindaco che ha lottato e ha organizzato tantissime manifestazioni per la difesa dell’agricoltura e dei nostri produttori, principale motore dell’economia del nostro paese.

Diversi, purtroppo, sono stati le richieste di aiuto del primo cittadino, sempre più lasciato da “SOLO”.

E per intenderci, da “SOLO” mi riferisco anche e soprattutto alla TOTALE ASSENZA dei DIRIGENTI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI del PARTITO DEMOCRATICO, presenti al più nei momenti topici di campagna elettorale o primarie. Ho visto, mio malgrado, il PD diventare nel corso di questi ultimi anni un comitato elettorale permanente.

Fino al 2012, elezioni regionali con candidato nella lista Crocetta Presidente, Fabio Nicosia, abbiamo svolto una campagna elettorale che ha avuto un crescendo di entusiasmo e un coinvolgimento sempre maggiore di cittadini, e soprattutto una sede elettorale piena di giovanissimi.

Noi giovani democratici abbiamo sostenuto con forza la sua candidatura, essendo per noi il miglior candidato possibile per rappresentare all’ARS la provincia di Ragusa.

Sono fierissima di lui perché ha sempre puntato sui giovani sin dall’inizio del suo percorso politico.

È stato intensissimo il periodo della campagna elettorale vissuto da tutti noi Giovani Democratici, con grande impegno e senso di responsabilità, incontrando tantissimi cittadini, spiegando loro quel progetto rivoluzionario del programma elettorale del Presidente Rosario Crocetta che purtroppo dallo stesso non è stato concretizzato in questi 5 anni.

Altrettanto bella e combattiva è stata la campagna elettorale per le amministrative 2016, che mi ha visto protagonista per le elezioni del consiglio comunale nella lista nuove idee i democratici a sostegno di Lisa Pisani. Questa esperienza che mi ha formato ancora di più come persona, prima ancora che come politico è stata una competizione del tutto trasparente a fianco di persone perbene che negli anni hanno amministrato vittoria nel pieno rispetto della cosa pubblica e della legalità.

Oggi, nel momento in cui leggendo i giornali, vedo gettare fango su Pippo e Fabio Nicosia, persone integerrime e politici leali, nonché sulla laboriosa città di Vittoria, e al contempo assisto alla mancata presa di posizione, a difesa dei propri iscritti e della città tutta, da parte del partito che mi fregio di rappresentare, non posso che rimanere turbata e attonita. Questo non è il partito nel quale mi riconosco; la politica, a mio parere è anche affermare la verità dei fatti, è “parlare chiaro” e il mutismo del mio partito si scontra con l’idea stessa della politica che ho e con le battaglie per la legalità che negli anni abbiamo portato avanti.

Per queste ragioni, non sentendomi più rappresentata dei vertici del Partito Democratico e non credendo assolutamente che le libere elezione a cui ho partecipato siano state inquinate da voti di scambio o logiche mafiose, comunico la mia AUTOSOSPENSIONE dal PARTITO DEMOCRATICO pur continuando la mia attività di consigliere comunale nella lista #nuoveidee – idemocratici nella piena consapevolezza e con la serenità di lavorare sempre e comunque per il bene della nostra Città.

Sara Siggia, consigliere comunale #nuoveidee-idemocratici

Print Friendly, PDF & Email