Vittoria, scarsa qualità del servizio di igiene urbana. La Fiadel chiede la rescissione del contratto

Vittoria, 5 novembre 2014 – “Centinaia di segnalazioni da parte di cittadini che lamentano le condizioni di degrado e di mancato spezzamento in alcune zone della città. Il pessimo stato del verde pubblico, rappresentato dalla mancata scerbatura e potatura  di luoghi centralissimi, come via Cappellini, piazza Dante Alighieri, Piazza Del Popolo, la Villa comunale.  La dichiarazione del Sindaco Giuseppe Nicosia che accusa la SAP di non essere in grado di mantenere un livello sufficiente di igiene e decoro urbano. Questa, in sintesi, la situazione del servizio di pulizia ed igiene ambientale a Vittoria“. E’ quanto si legge in un a nota inviata alla stampa da parte della Fiadel (Federazione Italiana Autonoma Settore Igiene Ambientale) Ragusa.
La causa: dal primo novembre – continua Fiadel Ragusa – sono stati licenziati oltre 20 unità lavorative in forza presso l’azienda agrigentina che espleta il servizio a Vittoria. “Lavoratori che hanno espletato i cosiddetti servizi straordinari e che dal 1° novembre, invece, devono essere eseguiti dagli operatori ecologici rimasti in forza alla SAP (circa 50) con un conseguente aumento di lavoro straordinario“.
Il Segretario Provinciale della Fiadel, Giorgio Iabichella, non ci sta ed attacca duramente l’azienda agrigentina affidataria del servizio di igiene ambientale della città ipparina, denunciando “un eccessivo aumento del monte ore di lavoro straordinario (spesso non pagato ai dipendenti) e chiedendo al Sindaco Nicosia di avviare immediatamente la rescissione del contratto con la Ditta, atteso che non  rispetta i lavoratori ed i cittadini vittoriesi. Abbiamo chiesto di incontrare la dirigenza della SAP, – afferma Iabichella – ma questi non pare intenda rispettare le normali relazioni sindacali, andando formalmente contro gli interessi dei lavoratori“.

Print Friendly, PDF & Email