Vittoria. Siggia: “Amministrazione Moscato continua a smantellare apparati amministrativi”. Riceviamo e pubblichiamo

VITTORIA (RG) – L’amministrazione comunale Moscato continua nella sua opera di smantellamento di tutti gli apparati amministrativi, dimostrando ulteriore incapacità’ e compromettendo la corretta funzionalità dell’Ente pur di compiere atti ritorsivi e puntivi nei confronti di quanti non si pieghino al proprio volere e antepongano il rispetto della legge. Dopo la distruzione dell’Emaia, ecco che la giunta moscato prova a distruggere due dei settori meglio funzionanti del Comune, mettendo a rischio la programmazione economica e il bilancio, sinora generalmente ed anche fuori vittoria riconosciuti come settori di eccellenza del Comune di Vittoria.

Viene disarticolata la programmazione europea, fiore all’occhiello degli ultimi anni della precedente amministrazione che ha portato alla conclusione favorevole del Gac, dell’ Agenda Urbana, etc, ponendo in essere le condizioni per quei finanziamenti europei e regionali immeritatamente sbandierati sui media da questa giunta usurpatrice di risultati altrui.
Con decreto 3/2018 infatti il sindaco ha fatto finta di ruotare i dirigenti motivando tale illegittimo atto con l’esigenza di rotazione nella pubblica amministrazione dei dirigenti sollecitata da anac e delle leggi sulla trasparenza.
In realtà la volontà’ dell’amministrazione è solo quella di punire il dirigente del bilancio dott. Sulsenti, forse perché troppo indipendente dagli ordini dei politici, forse perché ha espresso troppi pareri contrari a spese illegittime della giunta, forse perchè troppo capace per questa compagine amministrativamente incapace.
Infatti, nessuna reale rotazione dirigenziale è avvenuta. Tutti gli altri dirigenti sono rimasti ai loro posti, anche quelli a tempo-determinato, nei loro precedenti settori. Solo l’ing.Giunta è stato spostato all’anagrafe e il dott. Sulsenti ai servizi sociali. Trasferimento punitivo e ritorsivo quindi, e non rotazione degli incarichi dirigenziali. Con triplo danno: dimensionamento del dirigente a cui va la nostra piena solidarietà, grave compromissione dell’interesse dell’Ente in periodo di predisposizione del bilancio con scadenza vicinissima e pericolo per i conti pubblici. Inoltre ravvisiamo una grave compromissione delle politiche di programmazione europea che erano state finora brillantemente avviate e seguite dal Dott. Basile ora, chiamato ad occuparsi del bilancio in sostituzione del Dott. Sulsenti.

Il consigliere comunale del Gruppo “#Nuoveidee i democratici”, Sara Siggia

Print Friendly, PDF & Email