Vittoria. Vinciguerra: “Ratificata la gestione in house della Campionaria di Novembre, ennesimo atto di coraggio della giunta Moscato”

VITTORIA – Si è tenuta in data 20/09/2016 la seduta straordinaria del consiglio comunale di Vittoria, avente all’ordine del giorno la ratifica da parte del civico consesso della delibera di giunta che ha affidato la gestione della campionaria di Novembre direttamente agli uffici comunali.

“Si tratta dell’ennesimo atto di coraggio della nuova amministrazione” – afferma Alfredo Vinciguerra, capo gruppo di #SeLaAmiLaCambi “che è stato ratificato dal Consiglio Comunale di Vittoria, per dare un segnale forte alla Città.
Di fatti la relazione depositata dal Dott. Palazzolo nei giorni scorsi non lascia spazio ad interpretazioni di sorta, poichè la situazione dell’ente fieristico, reduce da anni ed anni di mancata programmazione e cattiva gestione, non consente la realizzazione della Fiera di Novembre nelle modalità convenzionali. Siamo di fronte ad un quadro disarmante di passività finanziarie, problematiche bancarie ed assoluta assenza di rete commerciale.
Le scelte, a questo punto, erano due: rinunciare alla realizzazione dell’evento di Novembre, data l’evidente impossibilità oggettiva e con tutte le ripercussioni del caso in termini di immagine e rilancio della Città, oppure optare per l’assunzione da parte del Comune, ai sensi dell’art. 6 del contratto con l’AMFM, dell’organizzazione in house della Fiera Campionaria 2016, malgrado i rischi connessi al deserto creato in questi anni dalla passata gestione.
Siamo quindi estremamente soddisfatti dell’atteggiamento coraggioso e responsabile dell’amministrazione Moscato, che ha dimostrato ancora una volta di voler cambiare marcia rispetto al passato e scommetere sul rilancio di quella che è stata uno delle realtà fieristiche più importanti del mediterraneo. Cosi come siamo soddisfatti, è opportuno sottolinearlo, del sostegno dimostrato a questa scelta dal gruppo consiliare del Movimento 5 stelle, il quale ha dimostrato di sapere andare oltre le reciproche e legittime posizioni nell’esclusivo interesse della città.
D’altro canto non possiamo che biasimare lo stucchevole ed incomprensibile atteggiamento dei consiglieri del Partito Democratico i quali, spiace dirlo, hanno perso l’ennesima occasione per tacere o perlmeno fare ammenda delle loro responsaibilità.
Un Partito Democratico che ha ancora la faccia tosta di presentarsi in Consiglio Comunale evidenziando non precisati dubbi rispetto alla coraggiose scelte della nuova amministrazione, malgrado abbia letteralmente affossato negli ultimi 10 anni la Fiera Emaia.
Allora dato che i colleghi del Partito Democratico-Smemorato hanno la memoria corta, credo sia il caso di rinfreascargli qualche dato. La gestione fieristica targata PD ( Di Falco, Denaro, Fraschilla, Sbezzo) è riuscita, in soli 10 anni, nell’increbile compito di indebitare l’ente fieristisco di oltre 3 milioni e mezzo di euro, accumulare perdite per oltre 900 mila euro, assumere consulenti (amichetti di partito) con incarichi di oltre 20mila euro annui.
Insomma un quadro disarmante di responsabilità gestionali, avventurismo e pressapochismo amministrativo che suggerirebbe un atteggimento più remissivo e maturo nei confronti della città, e che invece ha visto registrare l’ennesimo atto di irresponsabilità, con un voto contrario alla ratifica della delibera di Giunta, che si traduce, di fatto, nella volontà del PD di rinunciare alla organizzazione della Fiera di Novembre. Insomma dopo averla affossata vogliono anche farle chiudere i battenti.
Non ci resta che prendere atto di questa scelta e sottolineare, ancora una volta, che Vittoria merita un nuovo metodo gestionale dell’ente fieristico, fondato sul merito, sulle competenze e sulla voglia di scommetere nel futuro.”

Alfredo Vinciguerra, Capo gruppo Se La Ami la Cambi

Print Friendly, PDF & Email