25 Febbraio 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Ragusa. Partecipiamo: “I revisori decaduti 3 volte e 3 volte “riesumati”. Sconfitta l’arroganza a 5 stelle”. Riceviamo e pubblichiamo

2 min read

RAGUSA – Il nostro gruppo consiliare, primo firmatario, delle due pregiudiziali, la prima sulle ‘consuete’ variazioni di bilancio, milionarie ed ingiustificate, alle quali i 5 stelle ci hanno abituato e la seconda su un debito fuori bilancio, plaude all’unità di tutte le opposizioni su una questione estremamente rilevante.

I 5 stelle avevano presentato variazioni di bilancio per 3.344.705 euro, in fretta e furia, come sempre e come sempre ritenendo che il Consiglio comunale sia uno “scendiletto” e i consiglieri comunali “camerieri” a servizio del recidivo assessore al bilancio,

L’iter seguito fornisce una idea esauriente su come ‘amministrano’ i grillini.

I revisori erano decaduti 3 volte e li hanno, incredibilmente, ‘riesumati’ per 3 volte,

E’ un paradosso ma, purtroppo, questa è la realtà che abbiamo vissuto. I revisori erano decaduti per scadenza naturale già l’8 ottobre scorso, poi sono stati eletti i nuovi revisori con deliberazione immediatamente esecutiva il 14 novembre, poi eletti altri revisori con deliberazione, immediatamente esecutiva, il 20 novembre e l’amministrazione grillina intima al vecchio collegio dei revisori già decaduto di dare pareri, successivamente, il 21 e il 22 novembre 2017 e dopo che gli stessi revisori il 17 novembre 2017 con posta Pec avevano dichiarato che non potevano dare più pareri perché sarebbero stati ‘pareri nulli’.

Un fatto estremamente grave perché i revisori dei conti sono l’organismo di garanzia, di verifica e di controllo sull’andamento finanziario e rispondono, in primis, all’organo di vigilanza e controllo dei cittadini che è il Consiglio comunale. Un organismo quindi che non può essere messo sotto scacco o condizionato e al quale si può intimare di fornire pareri che non sono dovuti.

Ma i grillini quando vanno nelle piazze invocano le regole e le ‘forche’ per tutti gli altri e quando vanno al potere si autoassolvono, si ‘adattano’ il codice etico e manifestano, in maniera spietata, l’arroganza del potere, l’insofferenza alle regole e alle procedure democratiche.

I 16 voti favorevoli sulla pregiudiziale hanno sconfitto l’amministrazione Piccitto sulle variazioni che potevano essere votati entro il 30 novembre e questa non è una ‘vittoria’ delle opposizioni ma una affermazione di legittimità e di democrazia che l’intera città di Ragusa ha voluto dare a chi ha dimostrato finora solo ostentazione ed arroganza di potere.

Il direttivo e Il gruppo consiliare Associazione “Partecipiamo”

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share