19 Novembre 2020

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Ragusa, rimodulazione Giovanni Paolo II. Neonatologia rimane allocata nell’area COVID ?

2 min read

A Ragusa la U.O.C. di Neonatologia sarà separata dalla U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia? La Direzione generale dell’ASP, in fase di rimodulazione dei posti letto del Giovanni Paolo II, finalizzata ad accogliere pazienti Covid, sembra aver dato disposizione in tal senso. Da giorni riceviamo segnalazioni, in redazione, riguardanti le scelte riorganizzative che l’attuale direzione generale pare abbia deciso di adottare.

Senza voler creare inutile allarmismo, ci pare però doveroso accogliere i dubbi dei tanti cittadini che difficilmente riescono ad avere le dovute risposte.

Secondo indiscrezioni, sembra dunque che Neonatologia rimarrà allocata nella torre A dell’Ospedale Giovanni Paolo II, ala questa che sarà, tra l’altro, dedicata ad ospitare i pazienti COVID, mentre Ostetricia e Ginecologia sarà allocata nella Torre B. Ciò comporterebbe un’impossibilità per le due unità di comunicare nell’immediatezza, ne tantomeno intervenire tempestivamente in caso di urgenza.

Le due unità operative, normalmente, camminano, infatti, di pari passo. Per comprendere meglio cosa vuol dire facciamo un esempio semplicissimo. Ho appena dato alla luce il mio bambino, fortunatamente è andato tutto bene e il piccolo viene trasferito nella mia camera all’interno del reparto di Ginecologia e Ostetricia. Bene, si tratta solo di una situazione logistica però, perché in realtà a prendersi cura del mio piccolo e tenerlo sotto controllo fino alla decisione delle dimissioni è il reparto di Neonatologia che costantemente monitora i parametri del piccolo e segue l’iter dal calo fisiologico fino a giungere alle condizioni necessarie perché possa essere dimesso.

Poniamo il caso che il piccolo nella notte abbia un rigurgito e rischi l’asfissia, l’intervento tempestivo del neonatologo è fondamentale.

Ecco, se fosse vera la scelta dell’ASP è lecito chiedersi secondo quale criterio è stata presa tale decisione? Non sarebbe, se così fosse, il caso di tornare sui propri passi considerandone l’importanza vitale? Altro interrogativo legato a questa ipotetica scelta e non di poco conto: “Ma è normale pensare di mantenere l’U.O.C. di Neonatologia nell’area dedicata ai pazienti Covid?”

Auspicando che si tratti di voci di corridoio e nulla più, ci piacerebbe essere illuminati in tal senso!!!

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share