9 Settembre 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Ragusa. “Vaccinopoli” reazioni e contromisure.

2 min read

Ragusa. 22 gennaio 2021
La provincia un tempo babba, continua a mostrare il suo lato peggiore. Una volta la pecora nera era solo Vittoria, a detta di tanti detrattori della città ipparina, adesso la provincia si adegua.
Continua a suscitare reazioni legittime la scoperta che l’utilizzo di alcune dosi di vaccino anti Covid, destinate solo ad alcune fasce di popolazione ben individuate, siano state inoculate a “parenti e amici”.
In un primo momento, il direttore generale dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò, aveva preso per buone le giustificazioni addotte dagli addetti ai vaccini, poi la questione si è ingarbugliata e ha dovuto fare marcia indietro.
In una sua dichiarazione, Aliquò ha detto:- dovranno rispondere non solo alla commissione di disciplina interna, ma anche alla magistratura, oltre che alla loro coscienza. Quando una intera famiglia che non ne ha diritto, riesce a ottenere la vaccinazione anti Covid, è evidente che dietro c’è una vera e propria organizzazione. Non è stato un fatto estemporaneo legato alla necessità di non sciupare i vaccini ormai scongelati, ma un vero e proprio abuso e atto di arroganza.-
La vicenda, come noto, è venuta fuori il giorno dell’Epifania, quando è stato accertato che tra i destinatari illegittimi del vaccino, c’è una ex dirigente sanitaria dell’ospedale di Scicli, attualmente in pensione, 5 ex sindaci tra i quali 3 medici che non esercitano più la professione, un preside in pensione, un sacerdote, la figlia di una dirigente Asp che lavora per un altro ente dello Stato ma che ha rapporti di consulenza con l’Asp, la moglie di uno dei responsabili di un centro vaccinazioni, subito rimosso dall’incarico, alcuni parenti di un medico di genere femminile che lo ha sostituito, la propria figlia, il marito e la mamma di un’altra dirigente dell’Asp iblea.
Per tutti, sono state inviate le segnalazioni alla commissione disciplinare, che sta valutando caso per caso l’eventuale rimozione dagli incarichi di tutti i dirigenti.
Oltre a Scicli, il fenomeno sarebbe stato riscontrato anche a Modica, Vittoria, Comiso e Ragusa.
Grande imabarazzo per Aliquò che comunque ha confermato che la prevista dose di richiamo sarà somministrata anche a chi non aveva il diritto di effettuare la prima.

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share