ASP 7 di Ragusa. Protocollo Diagnosi Infausta

L’U.O. Psicologia Ospedaliera – Servizio sociale ospedaliero – Direzione sanitaria   ospedali di Ragusa organizzano l’attività psicoeducativa:        “LA COMUNICAZIONE DI DIAGNOSI INFAUSTA: UN PROTOCOLLO OPERATIVO” rivolto ai medici ospedalieri.

L’attività si terrà il 17 maggio p.v.  presso il  SIMT – Centro Trasfusionale di Ragusa in Piazza Igea.             

Il modulo sarà articolato in una sessione teorica di approfondimento con momenti di interazione esperienziale. Tale attività si colloca nell’ambito degli interventi ordinari propri della psicologia ospedaliera ed è di natura psico-educativa.

 “Essere in possesso di una strategia comunicativa che permetta di mitigare l’impatto traumatico che situazioni di questo tipo comportano, è una parte imprescindibile del bagaglio professionale del medico, a tutela sia della propria salute psicologica che di quella del paziente, nonché allo scopo di favorire la resilienza di quest’ultimo“,  sottolinea il dr. Antonio Roberto Cascio – U.O. Psicologia ospedaliera – ospedali di Ragusa.

L’idea di organizzare un percorso psicoeducativo nasce dalla consapevolezza che oggi, come conseguenza dei profondi cambiamenti socioculturali, delle aumentate conoscenze e percezione dei propri diritti da parte dell’ assistito e delle inevitabili implicazioni etiche e medico-legali,  è fondamentale acquisire delle competenze psicologiche nella gestione della comunicazione di eventi ad elevato impatto emotivo come la diagnosi o una prognosi infausta.

La comunicazione adeguata di questi eventi e la attivazione della resilienza del paziente assumono inoltre un ruolo centrale nel progetto di cura come una ormai consolidata letteratura conferma.

Print Friendly, PDF & Email