Acate. Sabato 18 presentazione nei locali della Società Operaia del saggio storico di Stefano Pepi: “Biscari Fascista”.

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 16 giugno 2016. Verrà presentato sabato 18 giugno, alle ore 18,00 presso i locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso di via XX Settembre, ad Acate, il saggio storico, dello studioso e ricercatore storico locale, Stefano Pepi dal titolo “Biscari Fascista” ( Biscari antico nome di Acate fino al 1938 – n.d.a.). All’evento, programmato in occasione del 73° Anniversario dello sbarco angloamericano in Sicilia, prenderanno parte il sindaco di Acate, Francesco Raffo, il presidente della Società Operaia, Saverio Caruso, l’autore del volume Stefano Pepi, l’esperto di storia militare Domenico Anfora, autore in passato di altre pubblicazioni edite unitamente a Pepi, sempre aventi come oggetto gli eventi bellici relativi allo sbarco angloamericano in Sicilia, il professore Antonio Cammarana, autore di una interessantissima prefazione al volume, la scrittrice Maria Teresa Carrubba, lo storico ed ex sindaco di Acate Gaetano Masaracchio, lo storico Matteo Ottaviano ed il giornalista Emanuele Ferrera. “Biscari Fascista- crimini politici e militari, odi, intrighi, guerre e opere nel Ventennio”, “si propone- come tiene a sottolineare il professore Cammarana nella sua prefazione- di colmare una lacuna, ovvero presentarsi come il primo studio di storia di Biscari in camicia nera, a partire dalla fine della Prima Guerra Mondiale fino al 1943, anno in cui gli angloamericani invadono la Sicilia e, dopo avere superato lo Stretto di Messina, cominciano la lenta marcia di conquista del Continente italiano”. “Biscari Fascista- continua Cammarana- intende esprimere una speranza, la speranza che si apra un dibattito per verificare quanto questi avvenimenti incisero nella realtà politica, economica, sociale, intellettuale di Biscari prima e di Acate poi, essendoci spazio per ulteriori ricerche e per stimolare altri studiosi a porsi domande, a interrogare, a indagare, a scrivere”. Stefano Pepi, quarant’anni, militare nell’Arma dei Carabinieri dal 1997, è stato da sempre un appassionato ricercatore storico sugli eventi della Seconda Guerra Mondiale, scrivendo, prevalentemente, saggi sulla sua terra d’origine. Il suo più importante contributo alla ricerca storica in Sicilia è arrivato con la pubblicazione del saggio “Obiettivo Biscari”, edito dalla casa editrice Mursia e scritto insieme all’amico Domenico Anfora. “Obiettivo Biscari” ha riportato alla luce, dopo anni di silenzio, le stragi perpetrate dagli americani nei pressi dell’aeroporto di Biscari, ubicato all’epoca nella frazione calatina di Santo Pietro. Una accurata e dettagliata ricerca storica, ripresa da tutti i media sia nazionali che internazionali, che nel 2011 fu anche oggetto di una interrogazione parlamentare.

Print Friendly, PDF & Email