ItalReport da oggi è anche storia, il giorno della memoria segna la nascita di “Quaderni di Storia”

Abbiamo scelto, intenzionalmente, la data del 27 gennaio per dare il via alla rubrica di storia online denominata “Quaderni di Storia”.forni-ieri-oggi-dachau

Oggi è il Giorno della Memoria. Il giorno di riflessione dedicato alla commemorazione delle vittime della Shoah. Un genocidio che costò alla comunità ebraica oltre sei milioni di morti, ma che colpì anche: zingari, comunisti, omosessuali, malati di mente, sovietici, polacchi, ecc.
Con la legge n. 211, del 20 luglio 2000, la Repubblica Italiana ha istituito questo giorno (coincidente con la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz) al fine di ricordare la Shoah ma anche le leggi razziali con la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani deportati che subirono la prigionia o persero la vita, nonché coloro che si opposero al progetto di sterminio nonostante appartenessero a campi e schieramenti diversi. Una rassegna fotografica del campo di sterminio di Dachau accompagnerà questo editoriale. Vuole essere il nostro modesto contributo affinché, il tempo non cancelli le tracce di questo orrore.
interno-camerata-ieri-oggi-dachauEd è proprio in coincidenza con questa data che partiamo con questo nuovo progetto di storia online. Vogliamo parlare di storia: comunicarla, condividerla, riviverla, suscitare l’interesse dei nostri lettori con nuovo linguaggio diverso da quello che viene inculcato a scuola o in alcuni ambienti culturali.
Gli articoli, in questa prima fase, saranno proposti  con cadenza decadale  per poi trovare, successivamente, una collocazione settimanale e saranno accompagnati da foto. Il programma di tutto lo staff è quello di offrire ai lettori contenuti, qualità, rigore storico di elevato standard come è logico attendersi dalle potenzialità delle forze che scendono in campo, animate da una grande passione per la ricerca storica. Gli amici che parteciperanno a questa “impresa“ sono Giovanni Iacono, Giancarlo Francione e Salvatore Marino, in qualità di componenti del comitato scientifico mentre Alberto Moscuzza, Salvatore Reale e Lorenzo Bovi, appartenenti all’Associazione Storico – Culturale Lamba Doria, saranno i nostri collaboratori fissi.
Entriamo in scena in punta di piedi, senza presentazioni ufficiali e conferenze stampa, ma anteponendo la nostra passione, attraverso la quale avrete modo di conoscerci e apprezzarci.

A seguire foto del campo di Dachau (tutte le foto sono fornite per g.c. da Giancarlo Francione):

Questo slideshow richiede JavaScript.

Print Friendly, PDF & Email