Basket, Aquila Pa e Palestrina di nuovo a confronto

Gottini vs Palestrina
Gottini (Aquila Palermo)

Palermo, 5 febbraio 2015 – Aquila e Palestrina di nuovo a confronto. Sette giorni fa fu gara equilibrata ed entusiasmante al PalaMangano, casa dei palermitani, adesso impegnati sul difficilissimo parquet dei laziali, capifila del girone C con 16 vittorie e una sola sconfitta. Missione (non impossibile) sarà ribaltare l’83-85 di martedì, quando a Palermo il gruppo di Gianluca Lulli riuscì a mettere praticamente tutto dalla distanza, battendo i siciliani dopo una gara epica. Per l’Aquila Palermo sarà la penultima tappa di un vero e proprio tour de force da 5 partite in due settimane, cominciato in casa nella gara di campionato contro Taranto e che si chiuderà domenica, sempre in casa contro Martina Franca. In mezzo, l’appuntamento storico con il doppio preliminare per accedere alle Final Four di Coppa Italia Serie B di Rimini (6-8 marzo) contro gli arancioverdi di Palestrina. Una squadra cinica e spietata al tiro, quella affrontata dai ragazzi di Marletta martedì scorso, capace di chiudere il primo atto della sfida con il 53% dal campo e l’ancor più impressionante 50% da 3. Ai palermitani fu necessario un secondo tempo eroico per chiudere con solo due punti di distacco, riuscendo a restare incollati agli avversari nonostante le media da capogiro, senza mai disunirsi e sfiorando addirittura il successo nel finale. Indisponibile tra le fila biancorosse Davide Tagliareni, rimasto a casa con la febbre così come l’assistant coach Federico Vallesi. Recuperato ormai a pieno Antonelli, anche Dario Dragna è riuscito a partire con la carovana Aquila dopo le settimane di influenza. Con l’under Giulio Rappa convocato, l’unica incertezza resta la disponibilità dalla palla a due per Marcello Cozzoli, alla cui fascite plantare si è aggiunto un colpo subito contro Maddaloni, che però dovrebbe essere assorbito. “Noi ci crediamo tantissimo nonostante la sconfitta di misura dell’andata – carica l’ambiente l’ala biancorossa Matteo Gottini -. Abbiamo tutte le carte in regola per ribaltare il risultato, vogliamo andare a Rimini per il prestigio della società”. “La vittoria contro Maddaloni ci ha dato fiducia – prosegue Gottini -. Siamo leggermente acciaccati, ma col tempo stiamo anche trovando quell’intesa di gruppo che cerchiamo. Siamo stati accolti da uno striscione dei nostri tifosi che ci invitano a non mollare e a crederci – conclude -, ed è soprattutto per loro che andiamo a Palestrina per vincere e staccare il biglietto per Rimini”. Palla a due stasera al PalaIaia di Palestrina alle 20,30 davanti ad un pubblico che si attende estremamente caldo. L’atto finale…per scrivere la storia.

Print Friendly, PDF & Email