Basket, Passalacqua Ragusa rullo compressore

rino durante

Ragusa, 27 ottobre 2014 – Nessun volo pindarico dopo il quinto successo consecutivo, maturato sul parquet di Lucca ieri sera. La classifica parla chiaro: in vetta l’accoppiata Schio-Passalacqua Ragusa e la tifoseria iblea comincia a rivolgere il pensiero a domenica 16 novembre quando sul parquet del PalaMinardi saranno di scena le venete campioni d’Italia. Ma nel clan biancoverde l’attenzione è rivolta prima alla gara con il Napoli in programma domenica prossima davanti al pubblico di casa e poi alla trasferta in casa dell’Umbertide, in programma il 9 novembre. Tornando alla gara di Lucca c’è da dire che la Passalacqua ha offerto una buona prestazione. “Abbiamo avuto un buon approccio iniziale – dice coach Nino Molino – che è stato importante che ha fatto sì che prendessimo subito un buon divario tra noi e loro; nel secondo quarto si sono un po’ riavvicinate ed il match è stato più in equilibrio anche perché avevamo fuori Cinili e Walker che avevano due falli a testa. Poi nel terzo quarto c’è stato il break decisivo. Diciamo che in questo primo scorcio di stagione ci sono squadre che, come San Martino di Lupari e Venezia stanno dimostrando di essere moto competitive insieme a Cagliari: dunque, classifica alla mano, ancora non abbiamo affrontato quelle che stanno facendo meglio, anche se c’è da dire che di Napoli non mi fido affatto. Il cambio dell’allenatore sarà infatti uno stimolo in più, e restano un organico pienamente in grado di impensierire qualunque squadra. Ma noi, ovviamente, non possiamo che essere soddisfatti di quello che abbiamo fatto fino a questo momento”.

Print Friendly, PDF & Email