Body Building: Successo per la 22esima edizione del Grand Prix La Piramide

BODY BUILDING, CHE PASSIONE. UN SUCCESSO, SABATO SCORSO, IL GRAND PRIX LA PIRAMIDE TENUTOSI A DONNALUCATA SOTTO L’EDIGA DEL COMITATO PROVINCIALE CSEN. E’ UNO DEGLI EVENTI SPORTIVI PIU’ LONGEVI DELL’AREA IBLEA: VA AVANTI DA 22 ANNI

DONNALUCATA (SCICLI) – Dici “La Piramide”. E pensi subito al body building. Non è un caso visto che questo connubio dura da ben 22 anni. Era, infatti, il 19 agosto del 1995 quando, per la prima volta in provincia di Ragusa, si tenne una manifestazione, il Grand Prix, con tutte le caratteristiche adeguate per potere puntare a un grande futuro. E, in effetti, così accadde se si considera che nel corso degli anni la kermesse culturistica è sempre cresciuta grazie alla partecipazione degli appassionati di questa disciplina sportiva. La Piramide, Asd la cui sede è situata in via Pirandello, a Donnalucata, porta avanti da oltre quattro lustri una gara di body building maschile e femminile a livello nazionale che ha ottenuto riconoscimenti sostanziali. I diciotto concorrenti che, sabato scorso, nello splendido scenario dei giardini di palazzo Mormina, si sono messi alla prova, misurandosi con le valutazioni di una giuria tra le più qualificate del settore, hanno testimoniato, se ce ne fosse di bisogno, quanto l’evento organizzato da Gianni Galanti e Romina Vaccaro abbia, nel corso del tempo, coltivato l’attenzione degli addetti ai lavori. Evento che, promosso sotto l’egida del comitato provinciale Csen Ragusa, ha visto quest’anno la partecipazione di diciotto concorrenti provenienti da tutta la Sicilia, tra cui, menzione particolare, per il 70enne Sebastiano Di Rosa, che arriva da Rosolini, il quale non si è persa nessuna delle edizioni promosse in 22 anni da “La Piramide”. “Il body bulding – spiega il presidente Csen Sergio Cassisi – lo possiamo considerare uno sport di nicchia, ha i propri circuiti e i propri schemi di allenamento. Ma non per questo è meno meritevole di attenzioni rispetto ad altre discipline. Anzi, merito al duo Vaccaro-Galanti che ha fatto di tutto, nel corso di questi anni, per valorizzarlo. E anche sabato scorso ne è venuta fuori una edizione molto particolare nel corso della quale è stata registrata una buona presenza di pubblico. Segno che la formula è quella giusta e che, dunque, questo evento, andava opportunamente promosso così come abbiamo fatto nelle ultime settimane”. L’appuntamento, dunque, con il Grand Prix è rinnovato al prossimo anno quando sarà celebrata la 23esima edizione.

Print Friendly, PDF & Email