Cartellino giallo di Sergio Marchionne a Luca Cordero di Montezemolo

<La sua uscita dalla Ferrari non è in agenda, ma nessuno è indispensabile>. Queste la laconica dichiarazione rilasciata da Sergio Marchionne a Cernobbio a margine del Forum degli industriali; nel mirino Luca Cordero di Montezemolo. Il numero uno di Fiat-Chrysler non usa mezzi termini in relazione ai rumors che vorrebbero a breve un cambio al vertice della Ferrari. Non sono ovviamente in discussione i risultati conseguiti dall’attuale presidente sul piano commerciale perchè i vari modelli continuano ad andare forte sui mercati internazionali; il problema è la gestione sportiva, i cui risultati da anni ormai sono molto lontani dalle attese e dalla tradizione della Scuderia di Maranello. Proprio oggi pomeriggio, a Monza, l’ennesima conferma di quanto appena detto; nel Gran Premio di casa è andata addirittura peggio di altre gare della stagione. Alonso costretto al ritiro, per guai al motore, e Raikkonen soltanto in nona posizione. Le dichiarazioni  di Marchionne erano stata diramate dalle agenzie di stampa già prima della conclusione del Gp; come dire che il pensiero non è maturato oggi, ma già da tempo. E dire che, proprio ieri a Monza, Montezemolo aveva dichiarato che sarebbe rimasto ancora per tre anni alla guida della Ferrari. Non è di certo un bel momento per il presidente, che ha già altri problemi con Italo (treni). Ma potrebbe rifarsi presto con gli aerei. Sempre più probabile per lui la presidenza della nuona Alitalia-Etihad.

Immagine by http://www.imagephotoagency.it

Print Friendly, PDF & Email