Ciclismo amatoriale, Licitra e Capsoni alla conquista della tappa “Zoncolan – Crostis”

Un’impresa tutta ragusana quella che sabato prossimo vedrà  i cicloamatori Gianni Licitra e Valerio Capsoni, quest’ultimo ragusano d’adozione, affrontare una delle tappe simbolo del Giro D’Italia: l’accoppiata Zoncolan –  Crostis.

Il monte Zoncolan è da sempre ritenuto uno dei più difficili passaggi delle Alpi: per alcuni  si tratta della più dura salita asfaltata d’Italia se non addirittura d’Europa, “più dura del già tremendo Mortirolo, dove neanche la prepotente bellezza delle Alpi Carniche riesce a lenire uno sforzo mortificante per raggiungere i 1730 mt della vetta”.

Il Crostis, invece,  pur non essendo mai stato affrontato dal Giro,  è già entrato nella leggenda del ciclismo, in quanto nel 2011, sebbene inizialmente inserito,  fu escluso  dagli organizzatori, su pressione di alcune squadre, per la pericolosità della discesa.

La tappa – spiegano Licitra e Capsoni –  rimane però a disposizione degli amanti delle due ruote. Ci siamo allenati e ben preparati, consapevoli che l’impresa sarà ardua. Si dice che ci vogliono gambe, fiato, carattere e una buona dose di fortuna per completare quello che, da molti, è definito uno dei giri più impegnativi delle Alpi. Noi siamo pronti a metterci in gioco e conquistare la vetta”.

Per Valerio Capsoni questa impresa, inoltre,  aggiunge un nuovo capitolo  al suo andirivieni dalla Sicilia alle Alpi, sulle salite mitiche del ciclismo.

Print Friendly, PDF & Email