Concluso con successo a Punta Braccetto il primo “Olympia Day Camp”

CONCLUSO CON SUCCESSO A PUNTA BRACCETTO IL PRIMO “OLYMPIA DAY CAMP”. STRAORDINARIA PARTECIPAZIONE DEI RAGAZZI APPARTENENTI AI GRUPPI GIOVANILI. L’OLYMPIA RIPARTE DA QUI.

COMISO – Se è vero che dai giovani viene la speranza di un futuro migliore, per l’Olympia Basket Comiso le prospettive sono più che incoraggianti. La prova di tutto questo è la straordinaria partecipazione registrata al primo “Olympia Day Camp”, svoltosi presso il Camping Baia dei Coralli a Punta Braccetto, organizzato dallo staff tecnico della società composto dai coaches Davide Ceccato, Vincenzo Cilia, Massimiliano Farruggio e Marco Giampiccolo. Un esercito di oltre 50 ragazzi dei gruppi giovanili (classi dal 2004 al 2008) ha risposto all’appello degli istruttori per una settimana all’insegna della più pura socializzazione senza dimenticare l’aspetto tecnico-agonistico. Due allenamenti al giorno, seduta tecnica la mattina per migliorare i cosiddetti fondamentali; tattica, partite e tiri liberi il pomeriggio con intermezzi ludici e di interazione. Il tutto curato nei minimi particolari dagli istruttori in quella che è stata la prima vera esperienza di questo tipo dalla rinascita del basket a Comiso. In realtà la passione del basket in città non è mai tramontata del tutto ma adesso è diventata travolgente.

“Sono davvero soddisfatto del lavoro che in poco più di un anno è stato compiuto da tutta la società – afferma il presidente Roberto Biscotto -. Fin dall’inizio abbiamo puntato sui giovani come una risorsa da alimentare e sostenere. I giovani stanno riassaporando la voglia di praticare questo sport e la passione si sta spargendo a macchia d’olio. Basta vedere gli spalti del palazzetto, soprattutto nelle ultime partite con centinaia di tifosi e simpatizzanti a sostenere la squadra in campo. Siamo arrivati ad un passo dalla promozione diretta nel campionato di Serie D ma contiamo comunque di essere presenti in questa categoria e proseguire verso traguardi sempre più ambiziosi. Non c’è fretta, piccoli passi ma sempre costanti. Abbiamo ereditato una grande società che negli anni passati ha militato in serie B; abbiamo rimesso insieme la cultura cestistica in città, abbiamo formato un grande gruppo e sono convinto che i risultati arriveranno. Desidero ringraziare tutto lo staff tecnico ed in particolare Marco Giampiccolo per avere con tenacia seminato l’entusiasmo giusto che ha portato all’organizzazione dell’Olympia Day Camp. Un grazie anche alla struttura del Camping Baia dei Coralli e al Comune di Comiso per il supporto dato affinché tutto si svolgesse con tranquillità. Ma il ringraziamento più grande va ai ragazzi per il loro comportamento esemplare e ai rispettivi genitori la cui collaborazione è stata fondamentale per la buona riuscita della manifestazione. Si riparte da qui, viva lo sport, viva l’Olympia Basket Comiso”.

Print Friendly, PDF & Email