“Criscione Lupis” battuta ma osannata da un grande successo sociale

La finale play-off del campionato di terza categoria di Ragusa tra il Criscione Lupis e l’Audax Poerio di Caltagirone si è svolta domenica 30 aprile u.s., al “G. Biazzo” – ex Enal di via Archimede.
Per la squadra, cara al presidente Luca Burruano, non è andata come ci si aspettava dopo i risultati delle due gare di campionato dove i ragazzi del Criscione Lupis si erano imposti, sia a Caltagirone che in casa a Ragusa con largo margine.
Partita dai due volti, i primi venti minuti di marca “ragusana”, con una ghiotta occasione fallita dal centrocampista Diaby e con varie conclusioni dalla distanza che facevano pensare ad una partita che si stava incanalando nel verso giusto per il Criscione Lupis.
Nonstante ciò, dopo aver impensierito notevolmente l’estremo difensore del Caltagirone, dopo uno svarione difensivo gli ospiti sono passati in vantaggio alla mezz’ora e hanno raddoppiato prima della conclusione della prima frazione di gioco.
La squadra locale, non è più riuscita a giocare come i primi venti minuti, pertanto, sbilanciata in avanti ha subito altre reti che sono risultate “fatali”.
Merito va all’Audax Poerio, che, classificatosi al quinto posto in campionato, umilmente con dedizione e volontà è riuscita, prima a superare il Real Ganzeria in trasferta, e dopo a sfatare il tabù Criscione Lupis, precedentemente mai battuto durante il campionato.
La squadra, formata tutta da ragazzi immigrati, costruita a poche settimane dall’inizio del campionato, con l’andare dei giorni si è rivelata una scommessa vinta, per la dedizione posta negli allenamenti dai ragazzi, ma soprattutto per l’impegno profuso durante le gare.
<un anno> dice il Presidente Burruano <pieno di soddisfazioni non solo sul campo, ma soprattutto per il grande risultato sociale che abbiamo raggiunto. Divertimento ed integrazione sociale, sono questi i motivi che hanno spinto alcuni di noi ad intraprendere questo progetto. Speriamo di poter continuare nei prossimi anni questa meravigliosa esperienza di sport e di vita. Un grazie speciale va a tutte le squadre di calcio che hanno partecipato a questa competizione ed alla LND comitato provinciale di Ragusa, per il supporto organizzativo e tecnico che ha fornito. Inoltre un abbraccio va a tutti i nostri giocatori che per 6 mesi si sono impegnati in questa iniziativa, e allo staff tecnico che sin dal primo giorno non ha lesinato energie per consentire quanto fatto. Infine un grazie ai nostri sponsor privati per il supporto nonchè l’ASSAP E.C. Lupis, l’Associazione la Sorgente, l’Associazione Medintegra e la Coop. Arcenciel per il contributo economico e logistico fornito>.

Print Friendly, PDF & Email